Quantcast

Amalfi: gli sfollati a causa della frana ospiti del comune fino al 31 marzo

Più informazioni su

Amalfi: gli sfollati a causa della frana ospiti del comune fino al 31 marzo. Ne parla Salvatore Serio in un articolo dell’edizione odierna del quotidiano La Città di Salerno.

Il comune di Amalfi ospiterà fino almeno al 31 marzo la famiglia che, a causa della frana del 2 febbraio 2021, attende da un anno di tornare a casa. L’ente, guidato dal sindaco Daniele Milano , all’indomani dell’evento franoso si prese cura della famiglia trovandole un’abitazione nella quale potersi trasferire in attesa che si concludessero le operazioni di ricostruzione di via Annunziatella, unica stradina di accesso e uscita dall’abitazione stessa. Le immagini di quel terribile giorno sono impresse nella memoria di tutti gli amalfitani e di coloro i quali sono stati costretti a lasciare casa dalla finestra della cucina, imbragati ad un verricello. La frana dello scorso anno venuta giù dal costone Vagliendola distrusse per gran parte di via Annunziatella e un breve tratto della strada statale 163. Fu una corsa contro il tempo per ripristinare la viabilità, visto che la Divina era praticamente spaccata in due. Nel giro di pochi mesi, con la stretta collaborazione tra Comune di Amalfi, enti sovracomunali e ditte incaricate, la principale arteria della Divina sarebbe poi stata riaperta consentendo la regolare circolazione dei mezzi già dalla scorsa estate. Subito dopo questa fase iniziò la complessa opera di ricostruzione di via Annunziatella.

Dopo un anno la stradina pedonale è stata ricostruita, nei giorni scorsi sono state avviate le operazioni per l’installazione dei sottoservizi, e tra poche settimane tutto dovrebbe concludersi. Il Comune ha esteso fino al 31 di marzo la locazione dell’abitazione, con un costo di 850 euro al mensili, che ha ospitato la famiglia dopo quel tragico evento che solo per un caso fortuito e fortunato non ha provocato feriti. Ben presto, quindi, quell’edificio che è stato tristemente uno dei simboli della frana che ha ferito non solo Amalfi ma l’intera Costiera Amalfitana tornerà alla vita. Al termine delle operazioni di ricostruzione, infatti, sono previste una serie di verifiche tecniche che riguarderanno l’intera zona coinvolta dal crollo. Se tutto dovesse procedere per il verso giusto, anche questa parte di Amalfi, l’ultima a portare ben visibili le ferite della frana, tornerà alla normalità.

Più informazioni su

Commenti

Translate »