Quantcast

Vico Equense: voragini sulla Raffaele Bosco a Ticciano, pericolo per scooter

Più informazioni su

Le condizioni di via Raffaele Bosco a Vico Equense ormai non stupiscono più. Si tratta dell’arteria principale di collegamento tra il centro di Vico e le sue frazioni, che ormai da anni versa in condizioni a dir poco pietose per via di un manto stradale inesistente, buche e cantieri lasciati alla mercé delle intemperie. La strada è finita nel mirino dei media locali e non. Oggi, invece, a Ticciano si riscontrano buche rattoppate da fango probabilmente depositatosi in seguito alle forti piogge. E’ solo uno degli orrori che l’intera strada presenta.

Fondi dal ministero

Il ministero dell’Interno ha assegnato un contributo straordinario a tutti i Comuni italiani che potranno utilizzare le risorse messe a disposizione per interventi di manutenzione stradale, dei marciapiedi e di arredo urbano. Per il 2022 sono stati erogati finanziamenti pubblici in rapporto al numero degli abitanti delle città. Vista la situazione disastrosa, a Vico Equense il Viminale assegna 125mila euro. Più di tutti gli altri comuni della penisola sorrentina. Per il 2023 le amministrazioni otterranno un contributo pari al 50% del finanziamento erogato nel 2022.

Lavori urgenti

L’ultima speranza – o forse l’unica – per regalare ai cittadini di Vico Equense una strada degna dell’offerta turistica che offre il paese d’accesso alla penisola sorrentina, è quella di cominciare i lavori entro luglio 2022, data ultima indicata dall’Interno. Il ministero tramite un costante monitoraggio potrà verificare l’impiego dei suddetti fondi, che in caso di mancato o parziale utilizzo potranno tornare nelle casse dello Stato. Dunque sulla Raffaele Bosco di Vico Equense bisogna intervenire. E bisogna farlo immediatamente.

Più informazioni su

Commenti

Translate »