Quantcast

Vico Equense, parla una mamma: “Inutile chiudere le scuole quando le altre attività sono consentite”

Più informazioni su

Vico Equense, parla una mamma: “Inutile chiudere le scuole quando le altre attività sono consentite”. Anche se il Tar della Campania ha accolto uno dei ricorsi presentati contro l’ordinanza numero 1 del 2022 firmata dal presidente della Regione, Vincenzo De Luca, che dispone il ritorno delle lezioni in Dad nelle scuole (per nidi, materne, elementari e medie) fino al 29 gennaio, il sindaco di Vico Equense, Peppe Aiello, ha deciso di sospendere il rientro in classe e di continuare con la Dad almeno per questa settimana.

Il  provvedimento si è reso necessario per un migliore controllo e contenimento dei contagi, per consentire l’adozione delle misure organizzative atte a prevenire i cluster scolastici, per provvedere, quindi, all’acquisto dei dispositivi di sicurezza necessari per ottemperare alle nuove linee guida diramate per le scuole.

Di seguito, pubblichiamo il messaggio che ci ha inviato una mamma:

“Ieri è stata emessa un’ordinanza del sindaco per la chiusura delle scuole. Oltre a non rispettare la sentenza del TAR, trovo che non abbia alcun senso chiudere le scuole quando tutte le altre attività sono consentite. I nostri figli non possono andare a scuola ma fare sport, ritrovarsi al bar, in piazza Marconi, andare al catechismo ( luogo comunque al chiuso) ecc! Credo che sia solo uno spot elettorale perché non ha senso tutto questo. L’unica ad essere penalizzata è solo l’istruzione!! Il sindaco invece di chiudere le scuole avrebbe dovuto impedire quanto successo venerdì a Piazzale Siani mettendo transenne ed impedendo l’accesso alla piazza oltre 300 persone!!”

Intanto, il prefetto di Napoli, Claudio Palomba, ha diffuso una prescrizione attraverso la quale ha segnalato ragioni di illegittimità in tutte le ordinanze di chiusura delle scuole emanate dai sindaci della provincia.

Più informazioni su

Commenti

Translate »