Quantcast

Un crowfunding “Retrò” per Giovanni Block

Sorrento (NA) Lo scorso 21 novembre al Teatro Tasso, nell’ambito della rassegna “Pioggia di Note” organizzata da Fade In, promossa dal Comune di Sorrento; grazie a Giuseppe Prudente e Salvatore De Falco sempre disponibili con gli addetti ai lavori, ho avuto la fortuna di conoscere una cantattrice molto interessante Adel Tirant, intellettuale raffinata, performer molto brava, tra gli autori che firmavano il suo progetto musicale “Adele e i suoi eroi” (Soter Label), un altro artista di talento: Giovanni Block. In passato mi è capitato di avere la fortuna di incontrare anche Sergio Cammariere a Sorrento e di scoprire tra i suoi autori Block, Lello Arena al Teatro delle Rose di Piano di Sorrento che mi parla di Block, Fabrizio Bosso a Positano e scoprire che in passato Block ha collaborato con lui, poi grazie a Franco Maresca e Mariella Nica ho incontrato Alessio Arena a Villa Fondi, dove presentava il romanzo “Ninna Nanna delle Mosche” e mi canta Block, potrei continuare, la lista è lunga, così come i premi che ha vinto. Ho scritto questo cappello introduttivo, che spero non abbia annoiato nessuno, solo per arrivare a questa riflessione, quando ho letto che aveva organizzato un crowfunding per finanziare la realizzazione del suo nuovo album, mi sono detto: perché non dare il mio piccolo contributo? Poi, quando ho scoperto che in questo progetto musicale aveva intenzione di raccogliere brani inediti e non, che aveva cantato nei suoi concerti in passato, senza però trovare mai il modo di inserirli nei precedenti EP, mi ha definitivamente convinto. Brani, devo aggiungere, che lui definisce già datati perciò “retrò”, ma mai come in questo caso “retrò” è un complimento perché è sinonimo di “canzoni belle, come si scrivevano una volta” citazione blockiana. “Preghiera”, “l’amore e il veliero” e “#35”, queste alcune delle canzoni che faranno parte di questo nuovo progetto blockiano. “Preghiera”, tra l’altro, ricordo che nel 2018 gli è valso il Premio alla Poesia Salvatore Quasimodo. Beh, se queste sono le premesse, perché non aiutare un musicista di talento a realizzare un bel disco, lo ritengo non solo un gesto di generosità ma anche un ottimo investimento culturale. Per “Retrò” occorrono 15mila euro, se avete voglia di contribuire questi i link utili:

Generico gennaio 2022Giovanni Block, cantante, autore, flautista etc

Per conoscere Giovanni Block:https://www.giovanniblock.it/

Per contribuire:https://www.produzionidalbasso.com/project/retro-il-nuovo-album-di-giovanni-block/

(Ogni sostenitore riceverà una copia dell’album e i biglietti gratuiti al primo concerto di presentazione dell’album).

Un crowfunding “Retrò” per Giovanni Block

Commenti

Translate »