Quantcast

Su il sipario sulla prima Scuola di Teatro di Positano

Positano (SA) “Vicoli in Arte”, il format di spettacoli che ha tenuto banco nell’estate 2021, riscuotendo successo di critica e pubblico apre il 2022 in grande stile e lo fa annunciando al pubblico la realizzazione della prima “Scuola di Teatro” che si terrà a Positano. “Vieni a teatro. Si respira la vita” è il claim scelto dal Ministero dei Beni Culturali per la campagna a favore della ripresa degli spettacoli teatrali in Italia; negli spot dell’Agis e del Mibact, attori, cantanti e ballerine riemergono dall’acqua e respirano dopo più di un anno vissuto in apnea, quella alla quale li aveva costretti il lockdown. La Direttrice artistica di “Vicoli in Arte”, Giulia Talamo, che da anni con la sua associazione “Positano senza tiempo” promuove e valorizza con spettacoli musicali e di danza il patrimonio culturale positanese nelle scuole della Costiera e il regista teatrale Ario Avecone, rappresentante di alto profilo del teatro musicale nazionale, si sono chiesti perché non dare a tutti, giovani e meno giovani, residenti e non di Positano, la possibilità di “respirare” il teatro, di viverlo in prima persona. Calcare il palcoscenico, misurarsi con il canto, la recitazione, la danza, e addirittura cimentarsi con la scherma scenica tutto questo sarà possibile a partire da marzo nella Perla della Costiera. A metà marzo ci sarà uno stage di presentazione dell’evento, professori e futuri allievi si conosceranno, quindi inizieranno i corsi settimanali, nei locali messi a disposizione dal Comune, infine tra settembre e ottobre si proporrà al pubblico uno spettacolo di teatro musicale frutto dei corsi che coinvolgerà anche attori di fama nazionale. “Vicoli in Arte” ha questo di originale, è un format in continua evoluzione che si fonda sulla passione, la caparbietà e la professionalità del duo Talamo – Avecone, che di anno in anno arricchisce l’offerta culturale con nuove idee. Tutto questo sarà possibile grazie alla sintonia che si è creata con il Sindaco Giuseppe Guida, che con la sua Giunta non ha mai fatto mancare il proprio supporto. Il dr. Guida, dall’inizio del suo mandato, ha sempre puntato su una nuova vision della sua città sempre più polo culturale e non solo meta turistica estiva, con questa “Scuola di Teatro” aggiunge formazione per i giovani e promozione per un comparto che da sempre diffonde cultura e crea posti di lavoro . I primi due appuntamenti della programmazione 2022 di “Vicoli in Arte” hanno mostrato al pubblico la qualità che caratterizza le scelte artistiche fiore all’occhiello del format, con un concerto di Capodanno affidato ai Solisti della Real Orchestra di Napoli, con il soprano Elena Memoli, il tenore Marco Ferrante e il direttore Franco Vigorito e uno spettacolo musicale nella Villa Romana di fine d’anno dedicato al Jazz con la presentazione del brano “Positano in Blue” creato ad hoc dal chitarrista e compositore Alessandro Florio per questa città, che ha visto impegnato alla tromba il mitico Fabrizio Bosso. Nel 1936 Silvio D’Amico fondò a Roma la più antica Scuola di Teatro italiana, l’Accademia Nazionale d’Arte Drammatica, nella vocazione di una Scuola di Teatro, scriveva D’amico, “c’è la formazione e la ricerca, lo studio della tradizione e il confronto con poetiche e scelte stilistiche anche lontane dalle nostre per un ulteriore arricchimento”; questo è lo spirito che animerà la “Scuola di Teatro di Positano” proposta da “Vicoli in Arte”. Tutte le informazioni riguardo l’iniziativa saranno pubblicate di volta in volta sulla pagina ufficiale di “Vicoli in Arte” dove troverete indicazioni su orari e sedi dei corsi, moduli di adesione, video esplicativi e tutorial. Il primo appuntamento con “Vicoli in Arte” è programmato ad aprile (tutti gli spettacoli, come l’anno scorso, saranno fruibili gratuitamente), mentre a marzo si partirà con la “Scuola di Teatro” ma già questo febbraio è in via di definizione una presentazione del progetto artistico. “Vicoli in Arte” con la sua “Scuola di Teatro” vuole essere un’ulteriore proposta di arricchimento culturale per tutti: turisti stranieri e visitatori italiani. I giovani alunni, che mostreranno talento, avranno una grande opportunità, quella di recitare in una delle città più famose d’Italia con attori di fama nazionale e internazionale, la soddisfazione più grande sarà celebrare alla fine la nostra Positano con un grande musical. Non mi resta che salutare questa encomiabile iniziativa con le parole beneauguranti di un direttore artistico che è stato soprattutto un uomo di Teatro e amico di Positano, Gerardo D’Andrea: «Signori chi è di scena… chi è di scena signori… Spegnete i cellulari e accendete i cervelli».
Di Luigi De Rosa

Link ufficiale “Vicoli in Arte”:http://www.facebook.com/vicoliinarte

Generico gennaio 2022
Nella foto Antonio Speranza, uno degli attori professionisti coinvolti nel progetto e il Sindaco Giuseppe Guida

Commenti

Translate »