Quantcast

“StudioVisit.Me”, piattaforma online per le visite agli studi d’artista

Napoli – “StudioVisit.Me” è una piattaforma nata da un’idea della gallerista Tiziana Di Caro con la web agency Honeycode, vale a dire offrire un sito web che abbia come scopo quello di dare maggiore visibilità agli artisti agevolando, e quindi incentivando, le visite dei loro studi e la conoscenza del loro lavoro. I tentativi di utilizzare il web, tra OVR (Online Viewing Room) e mostre virtuali, sebbene necessari durante il lockdown, hanno mostrato di poter sostituire in maniera solo parziale e poco efficace la fruizione delle opere dal vero e, ancor di più, il contatto e la relazione diretta con gli artisti. Alla luce di queste problematiche si è cercato di superare il momento critico proponendo questo progetto “StudioVisit.me”; una piattaforma che sebbene online, promuoverà il contatto diretto con pittori, scultori, le loro opere ed il loro processo creativo attraverso il quale le stesse vengono realizzate. Sono stati quindi mappati e geolocalizzati, gli studi degli artisti che operano sul territorio, partendo dalla Regione Campania. Per ciascun artista è stata creata una scheda personale in cui riportare lo statement, alcune immagini del luogo in cui è solito lavorare, ma soprattutto informazioni utili a stabilire un contatto diretto tra l’artista e/o la galleria di riferimento e la persona interessata ad approfondire la sua conoscenza attraverso uno studio visit. La piattaforma, sottolineano i responsabili del sito, non vuole sostituirsi in alcun modo ai siti personali né tantomeno a quelli delle gallerie che rappresentano gli artisti. Anche i contenuti pertanto saranno pubblicati fedelmente così per come verranno forniti dagli artisti o dai loro agenti. Lo scopo è fornire a tutti gli stakeholder del mondo dell’arte uno strumento online che possa garantire l’opportunità di pianificare un incontro diretto con gli artisti all’interno dei loro studi così da approfondire la conoscenza del loro lavoro. Allego due foto emblematiche a corredo dell’articolo; l’immagine di copertina, che è dedicata allo studio che Diego Rivera allestì per la sua Frida Khalo, dove l’oggetto iconico è la “sedia a rotelle” alla quale la pittrice messicana fu condannata dal tragico incidente, in basso invece vi propongo il grande Jackson Pollock (1912 – 1956) all’opera nel suo studio d’artista a Springs, quasi sulla punta estrema di Long Island, in questo caso è il “pavimento” a essere stato eletto “spazio creativo”. In entrambi gli esempi si coglie in pieno lo spirito dell’artista che permea e caratterizza il luogo dove avviene la creazione. Facile intuire quanto sia importante per ognuno di noi appassionati d’arte fare la conoscenza di un artista là dove opera, varcando, se ce lo concederà, la soglia del suo mondo.
A cura di Luigi De Rosa
Link Ufficiale : https://studiovisit.me/

Generico gennaio 2022
Jackson Pollock nel suo studio di Long Island

 

Commenti

Translate »