Quantcast

Roma, lo Spallanzani dichiara: “Meglio Sputnik V di Pfizer contro la variante Omicron”

Più informazioni su

Roma, lo Spallanzani dichiara: “Meglio Sputnik V di Pfizer contro la variante Omicron“.

Dallo studio italo-russo allo Spallanzani, composto da un team di 12 ricercatori italiani, che ha collaborato con 9 scienziati dell’Istituto Gamaleya, creatori del vaccino russo anti Covid, è emerso che contro la variante Omicron, in circolazione ormai da un mese in Europa e nel mondo, il vaccino sperimentale Sputnik V abbia un’efficacia su di esso pari al 70%.

I ricercatori dell’Istituto Italiano di ricerca “Lazzaro Spallanzani” affermano: «Anticorpi neutralizzanti 2 volte superiori a 2 dosi di vaccino Pfizer». E annunciano un nuovo studio sul vaccino anti Covid Sputnik V.

«Il vaccino contro il Coronavirus Sputnik dimostra titoli di anticorpi neutralizzanti del virus alla variante Omicron (B.1.1.529) più di 2 volte superiori rispetto a 2 dosi di vaccino Pfizer (2.1 volte superiori in totale e 2.6 volte superiori 3 mesi dopo la vaccinazione)», ha spiegato all’Ansa il responsabile della commercializzazione dello Sputnik. Ciò significherebbe che dal nuovo studio emerge che la capacità del vaccino Sputnik di rispondere alla variante Omicron sembra maggiore rispetto a quella registrata per Pfizer.

«Lo studio» concludono «è stato condotto nelle stesse condizioni di laboratorio dell’Istituto Spallanzani in Italia su campioni di siero comparabili di individui vaccinati con Sputnik V e Pfizer con un livello simile di anticorpi IgG e attività neutralizzante del virus (VNA) contro la variante Wuhan».

Il risultato, dunque, sarebbe la riduzione dell’attività di neutralizzazione del virus Covid 19, da parte del vaccino Sputnik V, in via di sperimentazione, contro la variante Omicron rispetto al vaccino Pfizer, il vaccino statunitense utilizzato contro il Coronavirus dal 2020.

 

Più informazioni su

Commenti

Translate »