Quantcast

Ravello, l’opposizione chiede la convocazione permanente del COC

Riceviamo e pubblichiamo il comunicato del Gruppo di Minoranza per l'attivazione del Centro Operativo Comunale (C.O.C.)

Ravello, l’opposizione chiede la convocazione permanente del COC

I sottoscritti Consiglieri Comunali di Minoranza del Gruppo “Rinascita Ravellese” hanno più volte manifestato preoccupazione per l’andamento dei contagi nel nostro Paese, vedendo, purtroppo, disattese le varie richieste formulate.
I vari appelli alla prudenza fatti nel corso delle ultime settimane sono stati ricoperti di insulti da chi oggi ha la responsabilità del bene pubblico.
A pochi giorni i fatti hanno dimostrato chi tiene al bene dei cittadini e chi invece sa solo nascondere la sua incapacità amministrativa dietro al falso perbenismo ed all’ingiuria.
Si chiedevano le motivazioni per le quali il nuovo Centro Operativo Comunale (C.O.C.) non venisse attivato: a distanza di tempo vediamo ancora un C.O.C. esistente allo stato solo nel Decreto Sindacale di composizione, mai fatto veramente funzionare. Si invitava a coinvolgere anche la minoranza consiliare nella nuova composizione del C.O.C., solo ed esclusivamente perché si riteneva, e si ritiene tutt’ora, che l’esperienza maturata nel corso dell’anno e mezzo di pandemia trascorso, con le difficili situazioni che si sono fronteggiate dal marzo 2020, avesse dato delle conoscenze che si voleva mettere, ancora una volta, ancorché in ruoli diversi, a disposizione della collettività:
altra richiesta disattesa, perché, a dire dell’amministrazione attuale, la nuova composizione del C.O.C. prevede specifiche funzioni che possono essere coperte solo in questo modo.
Successivamente si invitava il Sindaco ad annullare gli eventi in programma per il periodo natalizio, perché la situazione epidemiologica che si stava creando non deponeva affatto bene: ancora una volta il Sindaco glissava, more solito, affermando con convinzione che le misure anti contagio previste potessero da sole garantire lo svolgimento delle varie attività in tutta sicurezza!
Anche qui il tempo ha dimostrato che la preoccupazione del Gruppo “Rinascita Ravellese” fosse più che fondata, e di fatto molti eventi sono stati annullati.
Pertanto, alla luce della grave impennata di contagi che si registra sul territorio del Comune di Ravello, tenuto conto che la situazione è ormai sfuggita dal controllo e che i contagi non sono più circoscritti

SI CHIEDE

data l’ingravescente, drammatica situazione, l’integrazione nella composizione del C.O.C. con quelle forze che in passato hanno offerto il proprio, prezioso e disinteressato contributo, riuscendo a fronteggiare i vari momenti, spesso difficili, che la pandemia ha fatto conoscere, tenuto conto che l’organismo non deve e non può limitarsi alle sole attività di individuazione dei cittadini positivi e delle catene dei contatti, ma porre in essere ogni iniziativa preventiva utile.
Si chiede, come è stato per il passato, la convocazione permanente del C.O.C. e l’attivazione di un presidio che duri tutti i giorni e per tutto il giorno, attivando anche un numero di riferimento che i cittadini in isolamento, contagiati o meno, possono contattare in caso di necessità.
In attesa di un celere riscontro, ribadendo la piena disponibilità del Gruppo “Rinascita Ravellese”, porgono Codiali Saluti.
Ravello, 4 gennaio 2022

F.to Avv. Salvatore Di Martino
F.to Sig.ra Giuliana Buonocore

Commenti

Translate »