Quantcast

Ravello, covid 19: basta allarmismi, situazione sotto controllo

Covid-19 a Ravello: basta allarmismi, situazione sotto controllo.

Questo quanto comunica il comune dal suo profilo social:

Questa fase della pandemia, in concomitanza con le festività natalizie e di inizio anno, è connotata da un notevole incremento dei contagi a Ravello e su tutto il territorio della costiera amalfitana, in linea con l’andamento regionale e nazionale.
L’amministrazione comunale, con senso di responsabilità e serietà, continua ad essere vicina ai propri cittadini impegnandosi a non limitare gli spostamenti e le attività lavorative e, nel contempo, ad aiutare la ripresa di tutte le attività economiche e sociali.
Sono pertanto pretestuosi, inutili ed improduttivi gli allarmismi dei gruppi di opposizione, più in cerca della ribalta delle cronache che realmente intenzionati alla reale soluzione dei problemi.
Ad oggi, con serietà, scrupolo e attenzione – rispettando ruoli, responsabilità e compiti – la situazione è attentamente monitorata, in particolare da parte del Sindaco, in qualità di massima autorità sanitaria sul territorio, dall’amministrazione comunale tutta e con il supporto del COC.
Il tracciamento e le altre disposizioni dettate da direttive ministeriali e regionali vengono attuate con regolarità e precisione. La catena dei contatti – rilevata dal vice sindaco e dalla funzione del COC preposta – evidenzia che i contagi si sono propagati quasi esclusivamente da ambiti familiari e da momenti di convivialità. A riprova che le determinazioni sulla opportunità di svolgere alcuni eventi programmati nelle festività ed annullarne altri è stata opportuna.
Si raccomanda ancora una volta di prestare massima attenzione nell’evitare luoghi chiusi e ristretti in presenza di più persone, assembramenti e momenti di convivialità al di fuori dell’ambito familiare ristretto e di indossare sempre la mascherina di protezione FFP2.
Comportamenti responsabili da parte di tutti i cittadini eviteranno criticità sanitarie e soprattutto aiuteranno a salvaguardare la popolazione di anziani e fragili. A questi ultimi raccomandiamo il massimo isolamento e cautela. Per queste categorie il comune di Ravello ha già provveduto – assicurando piena collaborazione all’Asl – e grazie all’attività di volontariato di due infermieri nostri concittadini, ad effettuare le vaccinazioni con la terza dose a domicilio.
I comuni della costiera amalfitana, con la Conferenza dei Sindaci e grazie all’Asl e al grande lavoro di volontariato, hanno notevolmente implementato il numero di vaccini somministrati. Altre vaccinazioni a domicilio saranno somministrate nel pomeriggio di sabato 8 gennaio.
La priorità ad oggi è quella di completare – o iniziare per chi non lo ha già fatto – il ciclo vaccinale.
Si raccomanda, in caso compaiano sintomi riconducibili a COVID-19 di rimanere a casa, limitando il più possibile il contatto anche con i conviventi e contattare il proprio medico di medicina generale (o il pediatra in caso di minori) che valuterà se prescrivere il tampone. È bene precisare che il tampone deve essere eseguito trascorse almeno 72 ore dall’ultimo contatto a rischio (da 72 ore a 5 giorni). È infatti necessario per rilevare l’eventuale infezione che sia trascorso il tempo di incubazione.

In caso di accertata positività, che verrà comunque rilevata dall’apposita piattaforma regionale, è bene informare la funzione del COC adibita all’assistenza alla popolazione al numero telefonico 089/857122 in orari di ufficio oppure inviando una mail a: sindaco@comune.ravello.sa.it, oppure un messaggio al recapito telefonico del vicesindaco 328 3027840.

Commenti

Translate »