Quantcast

Piano di Sorrento, vaccinazioni a Villa Fondi , ci scrive Torquato Galasso

Piano di Sorrento, vaccinazioni a Villa Fondi , ci scrive Torquato Galasso

Gentile direttore,
In riferimento alla sua proposta che le vaccinazioni a Villa Fondi siano organizzate con chiamata diretta o con prenotazione va sicuramente il nostro plauso di carottesi. Però lei pacatamente continua a “bacchettare” il Comune di Piano dimenticando, non so quanto consapevolmente , il vero gestore dell’hub : l’Asl. Altrettanto dimentica di chiamare in causa i comuni vicini a cui abbiamo riservato, a titolo gratuito, la struttura per i propri cittadini. Non che sia contrario ad uno spirito solidaristico, anzi…ma anche gli altri comuni potrebbero impegnarsi mettendo a disposizione proprio personale e risorse economiche.

Cordialmente

Torquato Galasso

Grazie per la lettera, l’ASL la citiamo sempre nei nostri articoli come responsabile delle vaccinazioni, ma l’organizzazione senza collaborazione fattiva e attiva dell’amministrazione, che deve curare anche l’ordine pubblico all’esterno oltre ad avere responsabilità di pater familias da non scaricare su nessuno , proprio mentre ricevevamo la lettera ( ieri ) c’è stata l’apertura del sindaco Salvatore Cappiello alla proprosta di collaborazione con l’ex sindaco Vincenzo Iaccarino per una piattaforma comune, esattamente quello che chiedeva Positanonews. Noi parlavamo di collaborazione per sfruttare il “know how” della precedente amministrazione nella gestione dell’emergenza dovuta alla pandemia per il Covid. Personalmente non sono entrato nelle questioni delle spese,  qui parliamo di un comodato, tu mi insegni, se all’amministrazione non va bene lo può revocare o modificare  , ma i carottesi si ritrovano la possibilità di vaccinarsi sotto casa, invece di andare a Castellammare , per esempio, o all’ospedale di Vico Equense, non so se sai che sta succedendo. Anche altri comuni hanno fatto scelte discutibili, come Positano che ha allocato il centro vaccinale alla scuola media, dove c’è anche la Croce Rossa,  pur di far vaccinare nel proprio paese, dove vengono pure da Praiano e Conca,  dando un servizio ai cittadini, e , sopratutto gli anziani, che si trovano vicino un centro , ne sono grati. Ti assicuro che ci vorrebbe un premio per chi ha fatto questa scelta niente altro. Per quanto riguarda Cappiello ha il mio plauso per il dialogo intrapreso, essendo lui il sindaco aveva lui il potere di decidere come fare e Cappiello ha dimostrato di avere senso pratico e anche di capire che in questi casi il sindaco è la massima autorità sul territorio , al di sopra di tutti, quindi ha dimostrato anche di conoscere bene la legge e di valutare l’interesse della popolazione al di sopra delle parti. Siamo come nel terremoto, bisogna rimboccarsi le maniche. Positanonews aveva ragione e abbiamo dimostrato di non essere di “parte”, ma solo dalla parte dei cittadini .

Commenti

Translate »