Quantcast

Piano di Sorrento, Gianni Iaccarino chiede collaborazione all’opposizione sul PNRR. Un atto che deve concretizzarsi

Piano di Sorrento, Gianni Iaccarino chiede collaborazione all’opposizione sul PNRR. Un atto che deve concretizzarsi. L’opposizione guidata dall’ex sindaco Vincenzo Iaccarino aveva già più volte chiesto di lavorare insieme per il bene della città, parliamo del Covid e dei vaccini, ma anche altre tematiche, come i tanti progetti in cantiere. I tempi sono ristretti altri comuni già sono al lavoro. La proposta da Facebook speriamo passi nelle sedi istituzionali e ufficiali cosi da lavorare insieme per il bene comune e fare subito perché diversi bandi stan per scadere

Ecco il post

La vera sfida in questo tempo di pandemia è coltivare la speranza. Non possiamo rassegnarci al tempo presente, ma aprire l’orizzonte con una visione di grande respiro, per fare in modo che da una esperienza dolorosa, si possa cogliere una opportunità di rinascita.
Il PNRR è una di quelle opportunità per un cambio di passo. Una occasione più unica che rara che le classi dirigenti di questo paese devono cogliere. La politica ha un ruolo fondamentale! Visione, progettazione, capacità di intercettare finanziamenti. Tutto ciò richiede uno sforzo straordinario per “ abbassare” i “ campanili”, pur non rinunciando alle proprie identità, per fare SISTEMA. Insieme si può e si deve! La crisi economica e sociale, provocata dalla pandemia, ha evidenziato ed esasperato i limiti e le criticità di una realtà peninsulare che non può più basare il suo successo, sulla sua storia passata e la narrazione oleografica delle sue bellezze. La viabilità, i trasporti, l’ambiente, l’efficienza dei servizi, la qualità dell’offerta turistica, le infrastrutture necessarie che coniughino rispetto per il territorio, con il minor consumo di suolo e le prospettive di un approccio moderno è compatibile di sviluppo economico, sono sfide che fanno tremare i polsi.
Auspico un impegno da parte di tutti i soggetti protagonisti: politici, imprenditori, associazioni di categoria, rinunciando a personalismi, riserve, dubbi ed incomprensioni passate. Non sembri retorica, ma abbiamo un appuntamento con la storia!
Il confronto deve cominciare nelle nostre realtà comunali. Mi piace immaginare una cabina di regia su questi temi, che vedano insieme maggioranza ed opposizione.
Eliminare le scorie di una campagna elettorale, ormai alle spalle , e lavorare insieme, nel rispetto dei propri ruoli, al futuro della nostra città.

Commenti

Translate »