Quantcast

Perché “vaccinare” i bambini?

Riceviamo e pubblichiamo la nota di Gerardo Russomando sulla vaccinazione anti covid 19 ai bambini

Più informazioni su

Maiori, Costiera amalfitana . Riceviamo e pubblichiamo la nota di Gerardo Russomando sulla vaccinazione anti covid 19 ai bambini

Caro Direttore, so bene di non essere, in questi tempi cupi che stiamo vivendo, un “ragazzo del coro”, ma ti scrivo semplicemente per farti partecipe di alcuni miei dubbi.
E lo faccia perché ho un peso sulla coscienza.
In tutta la costiera amalfitana i Sindaci hanno deciso di chiudere le scuole ed hanno fatto intendere chiaramente che per riaprirle bisogna procedere, ascoltando la “voce della scienza”, alla “procedura di immunizzazione” dei bambini, ovvero alla iniezione di queste terapie geniche sperimentali.
Però, siccome sono originario di Giffoni Sei Casali, seguo, per ragioni affettive, anche le cose che accadono in quel Comune.
Il paradosso è che a Giffoni Sei Casali il Sindaco ha fatto l’opposto , cioè ha lasciato aperte le scuole ma, di fatto, ha invitato i genitori a fare la stessa identica cosa, ovvero “vaccinare” i bambini.
Allora io mi chiedo: a che serve “vaccinare” i bambini?
Perchè tanta leggerezza e superficialità?
Perché non è stato applicato il principio di precauzione che, in estrema sintesi, vuol dire “nel dubbio mi astengo”?
Perché nell’ invitare caldamente a fare una cosa così delicata i Sindaci non hanno neanche fornito il numero dei bambini morti, o anche solo ospedalizzati, in tutta la costiera amalfitana, da inizio pandemia ad oggi?
Eppure, i dubbi non sono soltanto miei.
Il Professore Andrea Crisanti ha detto: “Sapete quanti bambini hanno testato per il vaccino polio prima di approvarlo? Un milione e mezzo. Il vaccino covid è stato approvato in maniera precauzionale sulla base dei dati su 30.000 adulti. E sui bambini dobbiamo approvarlo dopo 2.000 casi?”.
Ecco, vorrei tanto che qualche Sindaco o anche qualche medico, fugasse questi miei dubbi.
Resto in paziente attesa.

Più informazioni su

Commenti

Translate »