Quantcast

Maiori: Parco naturale di Capo d’Orso danneggiato da incivili

Più informazioni su

Maiori: Parco naturale di Capo d’Orso danneggiato da incivili. È difficile descrivere la bellezza del promontorio di Capo d’Orso e il magifico panorama che si può ammirare dai suoi anfratti.

Il Parco naturale si estende su un territorio di circa 3.000 ettari, conserva un patrimonio ambientale di notevole interesse, non solo per le prerogative paesaggistiche, ma anche per la struttura geologica, per la varietà della fauna e le particolari caratteristiche della flora. Il promontorio è inserito nel versante meridionale dei monti Lattari e ne conserva la prevalente natura calcareo-dolomitica presentando un aspetto ripido e scosceso. Vi sono anche varie cavità situate a diversa quota lungo le pendici, tra cui va citata la grotta Porta di Monte Piano costituita da una serie di cavità situate a diversi livelli e comunicanti tramite cunicoli e passaggi.

Ricorrenti, negli ultimi tempi, sono stati gli episodi di inciviltà in località Capo d’Orso, nel Comune di Maiori, a ridosso della spiaggia. Degli incivili hanno abbandonato vari rifiuti tossici proprio a ridosso del mare e ciò è vergognoso, sia per il danno ambientale, sia per quello alla salute collettiva.

Il Parco naturale è diventato, con il passare del tempo, una vera e propria discarica di rifiuti tossici. L’interesse nel preservare la bellezza e la naturalezza del territorio di Maiori deve esserci sia da parte delle persone, sia dell’amministrazione comunale.

Speriamo che questa situazione possa risolversi al più presto e l’area di Capo d’Orso possa tornare al suo stato originale.

Più informazioni su

Commenti

Translate »