Quantcast

Lettere da Piano di Sorrento – Cercasi Presidente…disperatamnete”

LETTERE DA PIANO DI SORRENTO
“CERCASI PRESIDENTE…DISPERATAMENTE”

Dopo la fanfaronata berlusconiana che ha aperto le danze, è iniziata una maratona “presidenziale” per la nomina del successore di Mattarella.
Maratona è un termine sportivo, che, a parer mio, mal si adatta alla elezione del Capo dello Stato. Io parlerei, piuttosto, se posso osare, di una cavalcata, pressoché demenziale, al “levi e metti” suggerita dalla politica attuale. La scelta del successore di Mattarella doveva avvenire prima perché vi è stato tutto il tempo per predisporla con serenità e non arrivare all’ultimo momento. Ci potevano risparmiare questo ennesimo teatrino dei pupi, con il solito duetto Salvini-Meloni e con gli altri, nascosti tra le quinte, intenti a tirarsi i piedi gli uni con gli altri.
Con una pandemia che fa ancora tanti morti, oggetto di seria preoccupazione, con un carovita delle bollette in itinere e con una guerra che si profila all’orizzonte per la questione Ucraina, il nostro Paese meritava un Presidente condiviso da tutti, in tempi brevissimi, magari dopo un “lockdown”, tipo conclave, da parte degli esponenti politici.
Speriamo che questo nome venga fuori al più presto e sia persona di alto spessore morale, che ci rappresenti bene agli occhi dell’Europa e del Mondo, dopo la buona impressione data dal nostro Presidente Mattarella e dal Presidente del Consiglio Draghi. Un passo falso rappresenterebbe la perdita di quel credito che stavamo acquistando dopo la Presidenza del Consiglio di Conte e dell’attuale Draghi.

Avv. Augusto Maresca

Commenti

Translate »