Quantcast

Lavoratori stagionali del turismo. Possibili nuovi aiuti da parte del Governo.

Grazie all’impegno in Parlamento del Movimento 5 Stelle, l’Esecutivo si è impegnato a varare, fin dalle prossime settimane, immediati provvedimenti a favore di centinaia di migliaia di famiglie che a causa della crisi del turismo derivante dalla pandemia, vivono nella precarietà. Concreta l’azione della deputata stabiese, Teresa Manzo mentre per il Presidente del M5S, Giuseppe Conte, per raggiungere un tale obbiettivo, serve un immediato scostamento di Bilancio.

Il nuovo anno, potrebbe iniziare con una buona notizia  per tante famiglie di lavoratori stagionali del turismo.  Infatti, potrebbe presto tramutarsi in realtà, la promessa fatta dal Governo, in conclusione dei lavori di fine anno in Parlamento, circa un concreto intervento di sostegno a favore di tale categoria. Nuovi aiuti  in tale direzione sarebbero infatti previsti già dai primi provvedimenti che l’Esecutivo si appresta a varare già nelle prossime settimane. A far circolare la notizia la deputata del Movimento 5 Stelle, Teresa Manzo.

Teresa Manzo

Con un post sui social  l’esponente pentastellata, ha evidenziato  che  in conclusione dei lavori di fine anno il Governo  ha accolto con parere favorevole l’Ordine del giorno a tutela dei lavoratori stagionali, presentato proprio dalla parlamentare  stabiese. Una iniziativa  circa la quale si impegna l’esecutivo all’introduzione, nei futuri decreti normativi per l’emergenza Covid-19 e non solo. Ovvero, apposite misure di sostegno e di adeguate tutele per centinaia di migliaia di persone che, a seguito dell’introduzione della Naspi tramite il Job’s Act di Renzi, continuano a vivere nella precarietà.  Un provvedimento sintesi di una serie di segnalazioni e continue richieste poste all’attenzione della deputata pentastellata (da sempre a fianco dei lavoratori stagionali del turismo) da parte delle associazioni di categoria e di tanti lavoratori ritrovatisi, da un giorno all’altro, senza più sostegni. Inoltre, evidenzia Teresa Manzo, non va sottovalutato il quadro generale dell’andamento della pandemia che, attualmente, non offre un orizzonte certo all’intero mondo del turismo, con effetti già in atto sulla stagione invernale .Quella dei lavoratori stagionali  – evidenzia la parlamentare pentastellata –  è una battaglia che continuerò a portare avanti durante il mio mandato insieme a tutte le associazioni di categoria e dei  lavoratori, con i quali è in atto un confronto permanente”.  Alla deputata di Castellammare di Stabia fa eco il Presidente del  Movimento 5 Stelle, Giuseppe Conte  garantendo l’impegno di tutta la compagine pentastellata affinché siano varati al più presto provvedimenti a sostegno delle categorie che più stanno subendo le conseguenze economiche prodotte dalla pandemia. Secondo Conte servono subito interventi massicci e senz’altro  un nuovo scostamento di Bilancio. Al momento non è possibile prevedere quali saranno i prossimi provvedimenti che il Governo si accinge a varare in tal senso, tuttavia la direzione sembrerebbe abbastanza definita. Allo studio le seguenti possibilità: nuovi Bonus onnicomprensivi; estensione del Reddito di emergenza ai percettori NASpI, come aveva previsto il primo decreto Sostegni del 2021; proroga NASPI per ulteriori mensilità. Intanto, dal fronte dei lavoratori stagionali, che come è noto hanno lavorato soltanto pochi mesi la scorsa estate, netta e precisa la richiesta : prorogare sin dalle prossime settimane la Naspi in attesa che la stagione turistica 2022 si riveli differente da quelle appena trascorse. – 03 gennaio 2021 – salvatorecacccaviello

Commenti

Translate »