Quantcast

Impresa Folgore: Casarano al tappeto in 4 set

Impresa Folgore: Casarano al tappeto in 4 set. Grande impresa della ShedirPharma Folgore Massa, che centra la prima vittoria nel 2022 battendo tra le mura amiche la corazzata Casarano in quattro set. Tre punti di platino, messi in cassaforte al cospetto dell’ostica squadra pugliese, capace di chiudere il girone di andata al quarto posto con 26 punti frutto di ben 9 vittorie in 12 in gare. Fin dal riscaldamento si percepisce gran voglia di riscatto nel gruppo biancoverde: sia per mettere alle spalle l’opaca prestazione di Lecce, ma soprattutto per dimostrare di non essere la stessa squadra che in quel di Casarano aveva incassato una sonora sconfitta in quanto ancora “acerba” nella categoria superiore.

Un successo fortemente voluto, lottando di gruppo punto a punto, senza mai disunirsi neanche nei momenti più delicati. La partita è uno spot bellissimo per la pallavolo: scambi lunghi, attacchi e rigiocate ad altissima intensità, emozioni al cardiopalma soprattutto nelle battute finali dei primi due set.

Nessuna delle due squadre riesce a prendere il sopravvento, ed è perciò inevitabile la risoluzione ai vantaggi. Sorrenti annulla una palla set a Casarano, mentre i padroni di casa al quarto tentativo chiudono 29-27 con una bordata da seconda linea di Lugli che chiude con ben 12 punti al proprio attivo. L’equilibrio regna sovrano anche nel secondo parziale, nonostante l’infortunio di Aprea sostituito da Illuzzi: la Folgore manca l’occasione ghiotta di andare sul doppio vantaggio, e break rossoblù che da 24-23 va a chiudere 24-26 ristabilendo l’equilibrio. Il terzo set è la chiave dell’intero match: Folgore sempre avanti fino a un +4 di massimo vantaggio, poi sull’ace di Petras (15-14) coach Nicola Esposito chiama time-out, e con poche concise parole riesce a entrare subito nella testa dei suoi ragazzi che cambiano marcia. Sorrenti è un autentico trascinatore (8 nel set), poi 2 monster block di fila griffati Pilotto su Baldari spianano la strada alla Folgore che accelera sul rettilineo finale chiudendo 25-20. Sulle ali dell’entusiasmo il roster massese è inarrestabile: Illuzzi crea geometrie e nuove strategie da tutte le posizioni, sale l’intensità del muro, e l’ace di Lugli su Baldari chiude la contesa sul 25-16.

Top scorer Mattia Sorrenti con 23 punti (62% in attacco e 2 muri), che sul filo di lana sorpassa Lugli (22), mentre va in doppia cifra anche Fantauzzo con 14.

Coach Nicola Esposito parte con capitan Aprea in diagonale con Lugli, Sorrenti e Fantauzzo in posto 4, Pilotto e Deserio al centro, Denza libero. Risponde Casarano con Ribecca/Paoletti, Petras/Baldari, Meleddu/Peluso, Pierri libero.

 

PRIMO SET. Si parte con un monster block di Fantauzzo su Paoletti, Lugli incrocia di precisione, poi Sorrenti in pipe non concede sconti (3-2). Si sveglia Casarano con un break pesante (3-6), quindi doppio Lugli prima incrociato e poi vincendo la resistenza di un inerme Petras (5-7). La Folgore inizia a girare, il controbreak è nell’aria, e giunge puntuale sul turno ai 9 metri di Deserio. Sorrenti trova il block-out e poi si ripete con una traiettoria strettissima, quindi è ancora il martello biancoverde ad impattare al termine di un lunghissimo scambio senza esclusione di colpi (8-8). I padroni di casa mettono la freccia sull’attacco out di Paoletti, Lugli trova una palletta vincente, quindi ci pensa Fantauzzo di precisione da zona 4 (11-10). Deserio risponde a Paoletti, Sorrenti alza le mani a muro e poi prende la mira infilando un colpo acutissimo (15-14). Il punteggio segue il cambio palla, Aprea va dietro per il bolide di Lugli, quindi l’opposto costiero va a segno longline a premiare una sontuosa difesa di Sorrenti su Petras (20-19). Peluso serve in mezzo alla rete (21-20), poi Casarano si ricompone e con Petras e l’ace di Paoletti sembra piazzare l’allungo decisivo (21-23). Nulla di più sbagliato. Paoletti forza e sbaglia al servizio, quindi cerca le mani alte del muro senza  trovarle, ed il punteggio torna in assoluta parità (23-23). Lugli mette le mani in faccia a Petras per il set-point (24-23), Casarano lo annulla e poi conquista la chance di portare a casa il primo parziale sulla battuta vincente del velenoso Petras (24-25). Sorrenti annulla con freddezza (25-25), poi funziona la fase break e Lugli bombarda in zona 6 riportando la Folgore avanti (26-25). Peluso mantiene ancora gli ospiti a galla (27-26), Lugli affonda con il mani fuori, ed al quarto tentativo il numero 5 massese trova il 12° punto personale con un siluro perentorio da seconda linea che vale il 29-27.

SECONDO SET. Casarano subito avanti (0-2), ma Baldari è falloso dai 9 metri ed il muro di Deserio su Paoletti riporta il parziale sul 2-2. I pugliesi provano ancora ad accelerare (2-4), coach Esposito è costretto a sostituire l’infortunato Aprea con Illuzzi in cabina di regia, quindi è ancora Petras a siglare il 3-5. Illuzzi va in 4 da Sorrenti, poi ristabilisce l’equilibrio con una magia di seconda dopo l’ottima difesa di Fantauzzo su Petras (6-6). Petras cerca la pipe ma non trova il campo, quindi Lugli scardina il muro pugliese ed in un attimo è 8-6. Sorrenti passa in mezzo al muro replicando a Baldari (9-7), Pilotto trova il primo tempo vincente, quindi l’attacco di Baldari sull’asta porta la Folgore sull’11-8. Pilotto non perdona nei 3 metri (12-10), ma Casarano fa valere tutta la propria esperienza e pareggia i conti con un Paoletti non in vena di errori gratuiti (12-12). Gli uomini di coach Licchelli provano ad aumentare i propri cavalli (13-16), ma la Folgore c’è e rientra prepotentemente nel set: Fantauzzo giganteggia, Petras è impreciso, quindi Sorrenti gioca con le mani del muro dopo il tuffo provvidenziale di un Denza in grande spolvero (16-16). Casarano inizia a sbandare al servizio, Lugli trova un diagonale chirurgico, e poi si ripete immediatamente con un ace che pizzica la riga esterna ad una velocità siderale (22-21). Fantauzzo risponde a Petras (23-22), Lugli fa insaccare il pallone tra il net e il muro rossoblù (24-23), ma sul più bello Casarano piazza il colpo di coda e con 3 punti consecutivi conquista il secondo set ai vantaggi portando il confronto in parità nel computo dei parziali.

TERZO SET. Fantauzzo incanta con un angolo acutissimo, Casarano prova a reagire (1-3), Lugli colpisce la riga, quindi lob calibrato di Fantauzzo e artificio tecnico di Sorrenti che sfonda il muro pugliese come una lama nel burro (6-5). Pilotto alza la saracinesca su Petras, quindi l’attacco fuori misura di Paoletti costringe coach Licchelli a fermare tutto (8-5). Al rientro Petras in pipe non trova le misure del campo, poi subisce la murata di un immenso Deserio e Fantauzzo con furbizia crea dal nulla il 14-10. D’Amato spedisce out dai 9 metri (15-11), Casarano ricuce lo strappo (15-14), poi coach Nicola Esposito chiede la sospensione tecnica dicendo poche ma significative parole ai suoi ragazzi che cambiano definitivamente l’inerzia del set. Sorrenti è chirurgico, Baldari non trova il campo, Sorrenti gioca ancora con le mani del muro pugliese, quindi monster block siderale di Pilotto che come una molla sale altissimo per sbarrare la strada a Baldari (20-15). Casarano ferma tutto, ma alla ripresa delle ostilità il copione non cambia: Pilotto allarga lo spazio aereo e ancora una volta Baldari non passa (21-15). Entra Imperatore per alzare il muro, bolide di Sorrenti in zona 6, Casarano ricuce alla meglio (22-18), Fantauzzo va a segno al secondo tentativo, quindi Sorrenti trova l’ottavo punto nel set con una pipe di velocità inaudita (24-19). D’Amato non molla, ma poi regala il terzo parziale alla Folgore Massa sbagliando dai 9 metri (25-20).

QUARTO SET. Pilotto risponde a D’Amato, Deserio va a segno nei 3 metri, poi Fantauzzo con un block-out vincente replica a D’Amato (3-3). Allungo Folgore sul turno al servizio di Illuzzi: Lugli scarica un missile su bagher calibrato di Denza, Pilotto mette la museruola a Baldari, Sorrenti va a segno prima in attacco e poi con un muro perentorio su D’Amato (9-5). Pilotto sceglie perfettamente il tempo sulla parabola di Illuzzi, Fantauzzo gioca con le mani del muro, poi biancoverdi esemplari a muro con Deserio ad alzare la saracinesca su Petras e poi Fantauzzo a riservare lo stesso trattamento a D’Amato (15-9). D’Amato va fuori giri, Illuzzi alza le mani su Scaffidi (19-10), poi Sorrenti incrocia con freddezza (20-12). Ancora Sorrenti non perdona con un diagonale velenoso, Ribecca sbaglia dai 9 metri, Fantauzzo passa di prepotenza sul muro pugliese e poi si ripete con una parallela esterna imprendibile per la difesa di Casarano (24-16). Basta un solo match point alla Folgore Massa, con l’ace di Lugli su Baldari per il 25-16 finale.

3 punti di platino che rappresentano un’iniezione di fiducia importante in vista del doppio impegno esterno consecutivo. Si parte mercoledì a Montefiascone per l’impegno di Coppa Italia contro Sabaudia, e poi si replica domenica a Sabaudia per uno scontro diretto importantissimo in chiave classifica.

Il ds Fabrizio Ruggiero:In settimana ci ha fatto bene parlare, e trasferire i messaggi giusti da parte della società. È stato bello vedere i ragazzi lottare punto a punto nei primi due set con grinta e consapevolezza nei propri mezzi. La prima volta ci è andata bene, la seconda meno, ma è stato fondamentale reagire subito con il piglio giusto. Quando la squadra è in palla, va come in trance agonistica, tirando fuori giocate importanti per questa categoria. Abbiamo mantenuto sempre alta la concentrazione, mettendo in cassaforte 3 punti di platino

Il centrale Enrico PIlotto: C’era tanta voglia di riscatto, perchè nel match di andata avevamo probabilmente giocato la peggior partita stagionale. Questa volta siam partiti subito carichi, giocando al massimo delle nostre potenzialità. Abbiamo attaccato alla grande, murato bene, toccato tante palle, ed il risultato ci ha premiato”

SHEDIRPHARMA FOLGORE MASSA – LEO SHOES CASARANO 3-1 (29-27, 24-26, 25-20, 25-16)

SHEDIRPHARMA FOLGORE MASSA: Aprea, Lugli 22, Fantauzzo 14, Sorrenti 23, Pilotto 7, Deserio 7, Denza (L). Cambi: Illuzzi 3, Imperatore, Grimaldi. N.e.: Pontecorvo (L), Peripolli, Conoci. All. N. Esposito

LEO SHOES CASARANO: Ribecca 1, Paoletti 10, Petras 23, Baldari 15, Meleddu 4, Peluso 7, Pierri (L). Cambi: D’Amato 6, Scaffidi, N.e.: Ciardo, Stefano, Urso (L), De Micheli. All: F. Licchelli.

Durata set: 37’, 31’, 31’, 24’

Primo Arbitro: Luca Grassia
Secondo Arbitro: Dario Grossi

Ace: 2-4. Battute Sbagliate: 14-15. Muri: 13-11.

Commenti

Translate »