Quantcast

Il Ministro Speranza firma l’ordinanza, la Campania è ufficialmente in zona gialla. Ecco cosa cambia

Alla luce del flusso dei dati del monitoraggio Iss, ministero della Salute e Regioni, il ministro della Salute, Roberto Speranza, ha firmato l’ordinanza che porta la Campania in zona gialla a partire da lunedì 17 gennaio. Un segnale d’allarme sul fronte dei contagi e dei ricoveri (il cambio di colore dipende essenzialmente dalla percentuale di posti letto occupati) ma non produce cambiamenti sostanziali nelle attività quotidiane.
A differenza del passato la zona gialla comporta molte meno restrizioni. A fare la differenza è Super Green Pass. Chi è vaccinato o guarito dal Covid potrà accedere a cinema, teatri, bar, ristoranti, utilizzare mezzi pubblici, ma anche palestre, musei, piscine, alberghi. Tutte attività dalle quali saranno esclusi coloro che hanno solo il Green Pass “base”, quello cioè che si ottiene con il semplice tampone, ottenibile cioè con il semplice tampone. Non ci sono invece altre limitazioni che erano presenti in passato per le zone gialle, come coprifuoco e divieto di spostamenti tra comune e regioni diverse. L’obbligo di mascherina anche all’aperto vale invece per tutti, ma in Campania quest’ultimo era già in vigore da diversi mesi con ordinanza regionale firmata dal governatore Vincenzo De Luca.

Commenti

Translate »