Quantcast

Il Doodle di Google di oggi festeggia l’83esimo anniversario dalla nascita di Giorgio Gaber

Più informazioni su

Il Doodle di Google di oggi festeggia l’83esimo anniversario dalla nascita di Giorgio Gaber. Il Doodle di oggi celebra l’83° compleanno del cantautore, drammaturgo e interprete italiano Giorgio Gaber, noto e ricordato soprattutto come un pioniere del teatro canzone, riflesso della società milanese colta attraverso la fusione di musica, poesia e teatro.

Nato in una famiglia di musicisti a Milano, in Italia, in questo giorno del 1939, Giorgio Gaberscik ha sviluppato per la prima volta un amore per la musica mentre suonava la chitarra come terapia per un infortunio alla mano. In seguito ha imparato a cantare e, poco più che ventenne, Gaber ha co-prodotto la prima canzone rock ‘n’ roll italiana: Ciao ti dirò (“Ciao, ti dirò”). Durante gli anni ’60, Gaber si esibì principalmente in televisione, dove la sua scrittura di canzoni intenzionale e divertente ha rapito il pubblico interagendo in modo intelligente con il mutevole panorama culturale di Milano.

Nel 1969 pubblica Com’è bella la città (Com’è bella la città), che rimane tra le sue opere più note per la sua attenzione alle preoccupazioni sociali contemporanee. Per stabilire una connessione più personale con il pubblico, Gaber è passato quasi esclusivamente al teatro nel 1970. Le sue rappresentazioni teatrali emotive e complesse hanno esaminato la società italiana e incoraggiato un dialogo nazionale introspettivo.

Nei successivi 30 anni, Gaber ha perfezionato il mezzo del teatro canzone con centinaia di spettacoli all’anno. Questa monumentale opera ha dimostrato che la musica, i monologhi e la commedia erano strumenti per espandere i propri limiti emotivi riflettendo sulle realtà nazionali condivise. In onore del contributo di Gaber, nel 2003 è stato riaperto uno storico teatro lirico milanese con il nome di Teatro Lirico Giorgio Gaber.

Più informazioni su

Commenti

Translate »