Quantcast

Greenpass: oggi scatta l’obbligo per parrucchieri ed estetisti

Più informazioni su

Da oggi obbligo di green pass base, ottenibile con un tampone negativo e prima dose vdel vaccino anti covid 19, per andare da parrucchieri, barbieri e nei centri estetici.

Il governo è ancora al lavoro sul decreto che contiene l’elenco delle attività primarie cui si potrà accedere senza certificazione: oltre ad alimentari, farmacie, ottici, negozi per acquistare legna o pellet per il riscaldamento, si aggiungono anche gli uffici postali, ma solo per ritirare la pensione. Fino al 31 marzo, quindi niente taglio, acconciatura e manicure  senza il green pass base ottenuta, in questo caso, anche con il tampone per accedere a quelli che vengono definiti “servizi alla persona”. Questo vale anche per i colloqui con detenuti in carcere.

Dal 1 febbraio saranno interessati pubblici uffici, servizi postali, bancari e finanziari, attività commerciali. “fatti salvi quelli necessari per assicurare il soddisfacimento di esigenze essenziali e primarie della persona. Atteso in giornata il decreto che individua queste ultime attività: tra le novità ci sarebbe anche l’ingresso pass free alle poste per il ritiro della pensione, mentre per gli altri servizi postali resterà necessaria la certificazione (base o rafforzata). In generale, l’accesso sarà libero nei negozi di alimentari, in farmacia, dall’ottico e per l’acquisto di legname o pellet per il riscaldamento. Lo stesso per le attività all’aperto come benzinai, mercati, edicole. Il pass servirà invece per comprare le sigarette dal tabaccaio. Le verifiche che l’accesso a queste attività avvenga nel rispetto delle prescrizioni sono a carico dei “relativi titolari, gestori o responsabili”. Sanzioni da 400 a mille euro per i trasgressori.

Più informazioni su

Commenti

Translate »