Quantcast

Gli Sbandieratori Cavensi ripartono con la solidarietà ed il calendario 2022

Più informazioni su

    È stata una ripartenza  all’insegna delle solidarietà,della pace e del ritrovarsi  quella degli Sbandieratori Cavensi. L’impossibilità di poter effettuare, come ogni anno la Tombolata della Solidarietà, non ha avuto ripercussioni sul grande cuore dei soci dell’ente educativo storico culturale, che da più di 40 anni svolge la sua funzione di inclusione tra i giovani cavesi, con tante attività, tra cui la principale è senza dubbio la Scuola di Bandiera. Quest’anno, quindi i soci, sotto la presidenza di Mimmo Burza, hanno deciso di confezionare delle calze da donare ai soci e non solo con una nobile finalità :donare il ricavato al Convento dei Francescani di Cava de’Tirreni, retto da Fra Pietro Isacco,

    devolvendo la somma per l’acquisto di pasti alle persone in difficoltà, che, negli ultimi tempi sono notevolmente aumentati alla, Mensa francescana. Sono state vendite 120 calze, molte ritirate dai soci in sede ma tante portate a casa  alle persone che, per problematiche legate al Covid-19, chi in quarantena, chi affetto dalla positività, non hanno voluto far mancare il loro supporto economico e morale a chi oggi soffre .  La somma raccolta è stata di circa 650 euro che permetterà di poter erogare 252 pasti e supportare l’azione cristiana dei Frati Francesani di Cava de’Tirreni. Ma il 2022 non poteva iniziare senza il nuovo calendario 2000 degli Sbandieratori Cavensi ideato dal Daniela Carratù ,artista cavese .che da sempre si occupa delle coreografie e dei costumi del gruppo .Un calendario che in prima pagina presenta il futuro della nuova generazioni degli Sbandieratori Cavensi,mentre le altre pagine sono costituite dai volti di alcuni rappresentanti del Festival delle Torri che ha raggiunto il traguardo dei 30 anni. La “ripartenza” quindi è come ogni anno un esplosione di cuore, di passione e di progetti per gli Sbandieratori ,che oramai da più di 50 anni rappresentano la Storia ,la Cultura ed il folklore cavese .

    Antonio Di Giovanni

    Più informazioni su

      Commenti

      Translate »