Quantcast

Forza Qui, Quo, Qua: gemellini intubati al policlinico lottano con il virus – Appello del primario alle gestanti a vaccinarsi contro il covid

Napoli, tre gemellini nati prematuri da mamma positiva intubati al Policlinico lottano per la vita

Il professor Francesco Raimondi, primario di Neonatologia del Policlinico a Fanpage.it: “Faccio appello alle donne in gravidanza a vaccinarsi contro il Covid”

Articolo di fanpage.it 6 gennaio 2022

Tre gemellini nati prematuri alla 32esima settimana da mamma di Scafati positiva al Covid e non vaccinata sono stati intubati nel reparto di Neonatologia del Policlinico Federico II di Napoli. I bimbi sono venuti alla luce nel tardo pomeriggio di ieri, 5 gennaio 2022. “Chiamiamoli Qui, Quo e Qua”, scrive il professor Francesco Raimondi, primario di Neonaotologia del II Policlinico, ed ha voluto dedicare un omaggio ai tre piccoli su Facebook. I neonati sono “assistiti dal nostro “Squadrone” – spiega Raimondi – La mamma col Covid è venuta dalla provincia di Salerno fino da noi perché sapeva che sotto quelle tute c’erano le infermiere ed i medici più bravi. Forza Qui, Quo e Qua”.

I tre bimbi nati col cesareo

I tre gemellini adesso lottano per la vita, assistiti dalle cure amorevoli di medici e infermieri del Nuovo Policlinico. Il professor Raimondi ha rilanciato l’appello a tutte le donne incinte a vaccinarsi, in modo da evitare complicazioni per il parto. “La mamma – spiega il professor Raimondi a Fanpage.it – è arrivata da noi ed è stata ricoverata ed era positiva al Covid. Era già alla 32esima settimana e non si poteva aspettare che arrivasse a termine. Le è stato praticato il taglio cesareo. I tre gemellini nati pretermine sono stati subito assistiti con supporto respiratorio. Attualmente sono in terapia intensiva, nutriti e con terapia antibiotica. E siamo ottimisti. Questa nascita è una bella notizia”. Uno dei tre bimbi, la femminuccia, è stato trasferito all’Ospedale Rummo di Benevento per mancanza di posti.

Ai tre bimbi neonati saranno fatti i tamponi per verificare la positività al Covid. “La trasmissione verticale del Coronavirus da mamma a figlio è molto rara – spiega Raimondi – Per accertarla, noi facciamo comunque i tamponi ai neonati, i cui risultati si avranno nelle prossime ore”.

La mamma, invece, è ricoverata in un reparto Covid. Come sta? “Bene – spiega Raimondi – anche se provata, come immaginabile, dal parto trigemellare. Non ha una forma grave di Covid. Ma non avevo copertura vaccinale. Noi raccomandiamo, ormai da mesi, a tutte le donne in gravidanza la vaccinazione anti-Covid19. Da quando è iniziata la pandemia abbiamo avuto oltre 530 neonati nati da mamme positive. Purtroppo, 3 mamme sono morte. In questi giorni abbiamo un numero stratosferico di mamme positive, abbiamo dovuto riaprire l’altra sera il pronto soccorso dedicato perché c’era troppa gente che arrivava”.

Situazione complicata anche nei reparti di pediatria. Anche in questo caso i reparti sono pieni da settimane. Gli 8 posti letto del Policlinico Federico II di Napoli sono sempre pieni per i bimbi contagiati dal Covid. La situazione è molto difficile soprattutto con il cluster di bambini dai 2 ai 12 anni, cronici oncologici o con bronchiolite, che possono avere serie complicazioni a causa del Covid. Per far fronte alle richieste di assistenza aumentate, il Policlinico sta utilizzando anche i medici specializzandi.

Commenti

Translate »