Quantcast

Focolaio di 150 contagiati sulla Nave Crociera MSC Grandiosa, erano tutti vaccinati col green pass. Il caso commentato da Nello de Martino

Più informazioni su

Focolaio di 150 contagiati sulla Nave Crociera MSC Grandiosa, erano tutti vaccinati col green pass. Il caso commentato da Nello de Martino ci fa capire come si sia trasformato il coronavirus Covid-19 dopo la diffusione della variante Omicron

Pensiamo che tutta la boria esperienziale manifestata da Super omm Emerito, Mario Dragon Ball e dalla Sua nutrita schiera di super esperti, frana dinanzi a questa notizia, che smentisce l’assioma dragoniano, che immunizzarsi, dá la garanzia di ritrovarsi, fra persone, che non sono contagiose.

Più protette, sicuramente, asseriamo Noi, ma assolutamente, non immuni.

Una affermazione perentoria, comunicata con una sicumera unica, acclarata anche dai Suoi Super Esperti farlocchi, che ribadivano la Boiata, confermando, che i vaccinati. non avrebbero affatto, trasmesso la malattia.

Il Maxy Focolaio, scoppiato, a bordo della Nave da Crociera MSC Grandiosa, ha stravolto le ottimistiche previsioni, dei nostri protettori ad capocchiam, della preziosa salute pubblica, pagati profumatamente, per affermare una caterva di cazzate, smentite dagli accadimenti della Realtá.

Panico sulla nave, alla notizia che, ben 150 crocieristi, erano, purtroppo, risultati positivi.

Il celere protocollo, provvedeva subito ad isolarli tutti, nelle loro cabine per poi essere, successivamente, pronti a essere sbarcati, per effettuare, il periodo di quarantena, nelle loro rispettive residenze.

La MSC, ha attivato un protocollo di sicurezza molto rigodo, che Io ho, personalmente sperimentato, quando su una delle navi ammiraglia del Gruppo, ho realizzato, per Telecapri, un Servizio Speciale, sul “Premio Buona Sanità”.

In quella circostanza, salirono sulla nave solo persone monitorate, con certosina attenzione, a garanzia di una idonea immunitá certificata.

Questa infezione macroscopica, è la cartina di tornasole, delle incongruenze ispettive di decisionali, di chi dovrebbe deliberare, nel merito, con opzioni oculate e fondate, su dati certi e attendibili.

In questa situazione specifica, abbiamo registrato che, la colposa negligenza dei nostri garanti, è stata ribadita, con la spiacevole conseguenza che,
tanti vaccinati, si sono i nfettati.

E allora non raccontiamo più balle, sulla nostra pelle, già amaramente, fustigata da decisioni improvvide, non ultima quella sulla scuola dove, con una situazione ancora delicata e, con un contagio molto insidioso, per non fare passi indietro, il Governo, ha ordinato, per il 10 Gennaio, la riapertura generalizzata, delle scuole di ogni ordine e grado.

Staremo a vedere, tra una decina di giorni, questa ennesima e, discutibile presa di posizione, quanti contagiati in età giovanile e quanti docenti, infetterà.

Sarebbe stato opportuno un rientro temporale in DAD, che avrebbe evitato, situazioni emergenziali che invece ora, intravediamo, dietro l’angolo.

Sono queste considerazioni realistiche e, non pessimistiche, espresse da chi, ha contezza dei rischi che, un rientro, in questa fase topica del contagio arrembante da Omicron, puó generare.

Sarà il tempo a essere giudice, se la situazione peró, peggiorerà, bisogna fermare questi criminali, che decidono, con scarsa cognizione di causa.

Armiamoci e andate, allo sbaraglio, alla stregua di cittadini inermi, da mandare al macero.

Nello de Martino.

Più informazioni su

Commenti

Translate »