Quantcast

Concessioni a Marina Piccola: Alilauro trascina il comune di Sorrento davanti al Tar

Più informazioni su

L’ultimo bando indetto dal comune di Sorrento per alcune concessioni a Marina Piccola non è andato giù ad Alilauro Gruson Spa. Difesi da Salvatore Di Leva, i titolari di Alilauro trascineranno l’amministrazione guidata da Massimo Coppola dinanzi al Tribunale Amministrativo Regionale della Campania.

L’ultima parola al Tar

Tra le richieste avanzate dalla ditta, l’annullamento del bando per l’assegnazione di  concessioni demaniali marittime ad uso biglietteria, per la vendita di titoli di viaggio per servizi di trasporto marittimo di linea minimi, autorizzati, aggiuntivi da e per il Porto di Marina Piccola di Sorrento, che fu approvato con delibera dirigenziale lo scorso mese di dicembre. I membri di Alilauro richiedono dunque che venga revisionata anche la nota con cui il Comune di Sorrento lo scorso 15 novembre aveva ordinato ad alcune Compagnie di Navigazione – tra cui proprio Alilauro – di sgomberare la zona.

Lo sgombero entro fine mese

A rappresentare il Comune di Sorrento dinanzi al giudice del Tar, sarà l’avv. Maurizio Pasetto dell’avvocatura comunale. Pasetto avrà il ruolo di difendere l’operato dell’amministrazione sorrentina che riteneva illegittime le occupazioni della zona biglietteria per la quale aveva previsto lo sgombero, che dovrà avvenire – salvo colpi di scena dall’incontro al Tar – entro il 31 gennaio 2022. Ricordiamo che sulla vicenda fu un’indagine della Guardia di Finanza a febbraio del 2019, sulla presunta occupazione abusiva di suolo pubblico da parte delle compagnie di navigazione, relativamente agli spazi destinati per le biglietterie al porto di Sorrento. La causa fu poi archiviata.

Più informazioni su

Commenti

Translate »