Quantcast

Conca dei Marini: paletto nel mezzo della strada, costata quasi 400mila euro, impedisce di raggiungere la sua casa

Conca dei Marini: paletto nel mezzo della strada, costata quasi 400mila euro, impedisce di raggiungere la sua casa. Riceviamo e riportiamo di seguito ciò di cui ci ha messo a conoscenza un cittadino di Conca dei Marini, in Costiera Amalfitana:

Egregio Direttore,

sono Bottiglieri Antonio, cittadino di Conca dei Marini e Comandante Sup. di lungo corso con medaglia d’oro ed encomi.

Le scrivo perché sento il dovere di segnalare che a Conca dei Marini, nel bel mezzo del tratto finale della Via comunale Penne, da tempo è stato installato ed è presente un paletto metallico che, posto ivi da un privato, mi impedisce di raggiungere carrabilmente la mia abitazione.

La notizia parrebbe avere un interesse solo privato e quindi non interessare più di tanto l’opinione pubblica, se non fosse per la circostanza che per la realizzazione della predetta strada da parte del Comune di Conca dei Marini sono stati impegnati e spesi soldi pubblici per la tutt’altro irrisoria cifra di ben 399.000,00 euro.

A nulla sono servite le istanze, le richieste e le diffide, anche legali, fatte al comune di Conca dei Marini per ottenere la rimozione del predetto paletto e per far affermare il potere dell’ente pubblico sulla strada comunale realizzata.

L’ente comunale si è difeso asserendo che non è stato (ancora) completato l’iter espropriativo contro il privato.

In tal modo, però si dimentica, tuttavia, di aver appaltato opere edilizie corpose e costose (€ 399.000,00 per l’appunto) per la realizzazione della strada e di aver da anni trasformato irreversibilmente le zone di terreno occupate.

E ciò senza dimenticare che la strada comunale in questione è stata realizzata anche grazie alla cessione gratuita di terreno operata in favore del comune da parte mia.

Oltre al danno, la beffa!

Ciò che più di tutto lascia esterrefatti è il fatto che lo stesso comune di Conca dei Marini mi ha rilasciato (peraltro dopo quasi sette anni dalla richiesta) un permesso di costruire per la realizzazione di un posto auto che, però, non posso raggiungere con l’auto per la presenza proprio del predetto paletto.

Precisando che il posto auto è stato da me effettivamente realizzato fra mille altri problemi e con costi abnormi: sospensioni di lavori, ricorsi al TAR, denunce false e calunniose nei miei confronti, sequestri lampo del mio cantiere edile da parte di solerti autorità amministrative, per fortuna con altrettanta solerzia annullati, grazie al mio avvocato, da parte dell’autorità giudiziaria, come può rilasciarsi un permesso di costruire per un posto macchina e poi non permettere di arrivarci?

Il predetto paletto, inoltre, mi impedisce anche l’approvvigionamento del gas per il riscaldamento della mia casa.

In tutto ciò il Comune di Conca dei Marini tace completamente, lasciando che un proprio cittadino di 83 anni, invalido e con gravi difficoltà di deambulazione certificate non possa raggiungere la propria abitazione con l’auto, costringendolo ogni giorno a estenuanti e faticose scalate di ripidi gradini in pietra o peggio a non recarsi in quella abitazione, abbandonandola del tutto.

Nonostante le istanze, le diffide, le denunce, il Comune di Conca dei Marini mi ha sempre voltato la faccia, fingendo di non vedere e di non sentire e nel frattempo, sempre senza vedere e senza sentire, ha autorizzato altri soggetti privati ad utilizzare in via esclusiva la stessa strada al fine di realizzare “allucinanti trasformazioni” (tali definite dal sindaco dell’epoca) di piccoli manufatti in enormi complessi ricettivi.

La mia unica colpa è stata forse quella di denunciare le suddette allucinanti trasformazioni, ma sono stato lasciato solo a combattere contro il malaffare, gli abusi anche edilizi, le prevaricazioni e le ingiustizie, che a Conca dei Marini, almeno nei miei confronti, pare siano la regola.

Oggi mi trovo ad aver ceduto una zona di terreno alla collettività e gratuitamente al comune di Conca dei Marini per favorire, in definitiva, un solo privato, lo stesso privato che senza motivo mi nega l’utilizzo della strada.

Nella ferma speranza che anche questa denuncia non sia cestinata dagli organi di informazione, a cui la invio con fiducia, resto disponibile a qualsiasi confronto e a provare tutto quanto affermato, non essendo nella mia natura rassegnarmi a subire ingiustizie e vessazioni.

Sarei grato della pubblicazione della presente notizia e che Positano News volesse indagare a fondo sulla vicenda nell’interesse di tutti i cittadini di Conca dei marini.

Con ferma gratitudine.

Conca dei Marini 28.12.2021

Commenti

Translate »