Quantcast

Sorrento, Biglietti d’oro , le Giornate Professionali del Cinema tornate dopo il Covid nel segno della ripartenza foto

Più informazioni su

Sorrento, Biglietti d’oro , le Giornate Professionali del Cinema tornate dopo il Covid nel segno della ripartenza  . Il terzo giorno delle Giornate professionali del cinema di Sorrento si è concluso con la consegna dei biglietti d’oro.  Fa un certo effetto rivedere finalmente il mondo del cinema dopo questo periodo di pandemia da Coronavirus Covid – 19, non del tutto passato. Rigidi controlli all’Hilton, temperatura, green pass, accrediti, poi mascherine , ma si sente tanta voglia di ripartenza e , sembra, il lockdown ha portato molta creatività . La Città del Tasso ha accolto al meglio la manifestazione, l’amministrazione Coppola non ha rinunciato , e non poteva e doveva farlo, ad addobbare per il periodo di Natale il paese, l’albero musicale, il tutto legato a Lucio Dalla, hanno fatto molto e il sindaco Massimo Coppola ci tiene a vedere il proprio paese al centro del turismo in Campania e non solo , bisogna solo sperare che tutto vada per il meglio .  Oltre ai vincitori già annunciati nei giorni scorsi, sono stati premiati anche gli esercenti delle sale che hanno registrato le maggiori presenze e le migliori medie a schermo.

Nel dettaglio, i cinema che hanno totalizzato il maggior numero di spettatori in assoluti sono stati: il Beltrade di Milano (per le monosale), il multisala Moderno di Sassari (per le multisale 2-4 schermi), UCI Luxe Maximo di Roma (per le multisale 5-7 schermi), UCI Bicocca di Milano (per le multisale da 8 schermi in su).

I cinema che invece hanno registrato le migliori medie a schermo sono stati: il Don Bosco di San Donà di Piave (monosala in centri urbani con meno di 50mila abitanti), il Moderno di Lucca (monosala in centri urbani tra 50mila e 100mila abitanti), il Roma di Trento (monosala in centri urbani tra 100mila e 200mila abitanti), il multisala Cristallo di San Bonifacio (multisala 2-4 schermi in centri urbani con meno di 50mila abitanti), il multisala Edera di Treviso (multisala 2-4 schermi in centri urbani tra 50mila e 100mila abitanti), il multisala Modena di Trento (multisala 2-4 schermi in centri urbani tra 100mila e 200mila abitanti), il multisal Orfeo di Milano (multisala 2-4 schermi in centri urbani con oltre 200mila abitanti), il multisala Arcadia di Melzo (multisala 5-7 schermi con meno di 50mila abitanti), il Visionario di Udine (multisala 5-7 schermi in centri urbani tra 50mila e 100mila abitanti), UCI Luxe Palladio di Vicenza (multisala 5-7 schermi in centri urbani tra 100mila e 200mila abitanti), The Space Cinema di Cerro Maggiore (multisala da 8 schermi in su in centri urbani con meno di 50mila abitanti), UCI Cinemas Casoria di Casoria (multisala da 8 schermi in su in centri urbani tra 50mila e 100mila abitanti), Multisala Oz di Brescia (multisala 8 schermi in centri urbani tra 100mila e 200mila abitanti), Anteo Palazzo del Cinema di Milano (multisala da 8 schermi in su con oltre 200mila abitanti).

Nel corso delle serata sono stati anche consegnati il Premio speciale Anec a Carlo Bernaschi e il Premio alla carriera a Richard Borg.

Più informazioni su

Commenti

Translate »