Quantcast

Schianto nella notte, grave sommelier

Più informazioni su

Si schianta con l’auto contro le barriere di protezione, è ricoverata nel reparto di Rianimazione all’ospedale di Eboli, Federica N., 22enne, di Pontecagnano. La giovane rientrava a casa alla fine di un corso per sommelier che si era tenuto a Capaccio Paestum. Giunta a Santa Cecilia, Federica ha perso il controllo dell’auto ed è andata a sbattere contro il guardrail. La 22enne è rimasta incastrata tra le lamiere dell’abitacolo. Alcuni autisti di passaggio si sono fermati a prestare i primi soccorsi e hanno lanciato l’allarme al 118 e ai carabinieri. Pochi secondi dopo, i presenti in zona hanno capito che la conducente era rimasta intrappolata nella Fiat Punto. Per questo motivo sono stati allertati i vigili del fuoco del distaccamento di Eboli. L’incidente è avvenuto nella notte tra martedì e mercoledì lungo la statale 18. I medici del 118 giunti, giunti sul luogo del sinistro, hanno dovuto attendere l’arrivo dei pompieri. Utilizzando le cesoie e altri strumenti meccanici, i caschi rossi hanno aperto le lamiere dell’auto riuscendo a liberare la ragazza dalla “morsa” dell’abitacolo. Pochi secondi dopo la conducente è stata adagiata su una barella e trasferita in ambulanza. A sirene spiegate, l’ambulanza è partita in direzione dell’ospedale più vicino, quello di Eboli. La centrale operativa ha allertato i medici del pronto soccorso dell’imminente arrivo di un’ambulanza con un “codice rosso”. In linguaggio sanitario, il significato è drammatico. La paziente rischiava di morire e andava operata subito. Giunta al servizio di emergenza nel cuore della notte, Federica ha ricevuto le prime cure dei sanitari ed è stata poi trasferita in sala tac. L’esame radiografico ha rivelato diverse ferite gravi alla milza e al fegato. Dalla sala tac, la paziente è stata trasferita in sala operatoria. Visionati i risultati, i chirurghi sono entrati in azione con l’asportazione della milza. Era quasi l’alba di ieri , quando la 22enne è stata affidata alle cure del reparto di Rianimazione. La ragazza è sempre rimasta vigile e non ha mai perso conoscenza.
L’attenzione dei camici bianchi è ora sulle ferite al fegato. Le analisi vengono ripetute in diverse ore della giornata. La paziente è monitorata con la massima
attenzione. La dinamica dell’incidente è stata ricostruita dai carabinieri di Eboli e di Santa Cecilia, agli ordini del capitano E manuele Tanzilli . La Fiat Punto è stata sequestrata e condotta in un deposito a disposizione dell’autorità giudiziaria. A quanto pare, non ci sono altri veicoli coinvolte nell’incidente. Il sospetto degli investigatori è che l’incidente sia stato causato da un colpo di sonno. La gravità dell’impatto lascia intendere che anche la velocità dell’auto potrebbe aver inciso sull’impatto contro le barriere di protezione. Saranno i periti a stabilire l’esatta dinamica dell’incidente e la velocità della Fiat Punto.

Più informazioni su

Commenti

Translate »