Quantcast

Sant’Agnello, Rosario Lotito: “Le concessioni demaniali in penisola sorrentina sono tutte in regola?”

E’ di ieri la notizia delle perquisizioni effettuate dalla Guardia Costiera di Castellammare di Stabia nel Comune di Massa Lubrense e negli uffici di alcuni imprenditori edili della Penisola Sorrentina e del sequestro negli uffici del sindaco di Massa Lubrense Lorenzo Balducelli ed in quelli dell’ufficio tecnico della documentazione relativa ad ipotesi di abusivismo edilizio sulla costa, legati ad ipotesi di corruzione. Sull’argomento riportiamo il post pubblicato dal pentastellato Rosario Lotito che interviene sulla questione delle concessioni demaniali in penisola sorrentina: «Ultimamente la penisola sorrentina sta venendo alla ribalta per fatti che non giovano di certo al buon nome della nostra amata terra. A Massa Lubrense gli uomini della capitaneria di porta di Castellammare di Stabia hanno portato a termine perquisizioni negli uffici comunali al fine di acquisire atti e documenti relativi alle concessioni demaniali, ai lidi balneari e ai permessi a costruire per alcune strutture ricettive. Purtroppo quello che si ipotizza sia successo al comune di Massa Lubrense di certo non rappresenta un caso isolato, sono decine le concessioni balneari che andrebbero controllate in tutti i comuni della penisola sorrentina dove oramai è più facile trovare il famoso ago nel pagliaio che un pezzetto di spiaggia libera. Il fatto è che i concessionari considerano quei tratti di cosa, dati loro in gestione, come di loro proprietà sentendosi liberi di disporne a piacimento chiudendo e sbarrando accessi alla battigia vietando, in maniera arrogante, il sacrosanto diritto dei cittadini di raggiungere il mare, di cementare intere aree per costruire ristoranti e solarium e tutto nel silenzio assordante di chi dovrebbe controllare. Auspichiamo che i controlli al comune di Massalubrense segnino l’inizio di una verifica a tappeto su tutto il territorio peninsulare al fine di scovare altri eventuali abusi».

Commenti

Translate »