Quantcast

Salerno, quasi 900 medici senza vaccino in provincia, sono il 10%. Parte la diffida e si rischia il caos

Più informazioni su

Salerno. Una situazione preoccupante per la provincia più grande della Campania e d’ Italia, che spazia dal Cilento e dalla Costiera amalfitana, già con gravi carenze di personale, come Positanonews ha denunciato per l’ Ospedale Costa d’ Amalfi di Castiglione di Ravello, ma altri non starebbero meglio. Ne parlano tutti i giornali , Monica Trotta su Il Mattino  scrive, fra l’altro che “risulta che 920 medici della provincia di Salerno su quasi ottomila camici bianchi, non hanno ancora ultimato la vaccinazione” e sente il  Dottore D’Angelo, in qualità di presidente dell’Ordine dei medici «Il ministero della Salute incrociando i dati della piattaforma dei vaccinati con quella anagrafica dei medici ci ha comunicato il numero di colleghi che non ha ancora completato il ciclo vaccinale anti Covid: sono 920. L’Ordine dei medici ha avviato un’attività ispettiva e dopo un lavoro complesso che mai avremmo voluto fare, ha inviato le prime 500 Pec ad altrettanti medici con la diffide a dare una risposta entro cinque giorni altrimenti scattano le sospensioni. Conosciamo solo i nominativi di chi non è in regola ma non siamo in grado di dire se sono medici che lavorano in ospedali o sul territorio». Non le sembra un numero molto alto di medici no vax? «Facciamo chiarezza su questo punto, non li definirei no vax perché credo e soprattutto mi auguro che il numero si ridurrà nel giro di pochi giorni. Credo che si tratti per la maggior parte di medici che non hanno ancora fatto la dose aggiuntiva o booster. La normativa prevede che venga somministrata a partire da 151 giorni, cioè cinque mesi, dall’ultima somministrazione. Chi è in ritardo anche solo di un giorno viene segnalato tra quelli non in regola. Basterà dimostrare documenti alla mano di aver fatto la dose aggiuntiva e tutto si risolverà in breve tempo. L’appello che rivolgo ai colleghi è di controllare la propria Pec, così in caso abbiano ricevuto la diffida possono rispondere in maniera adeguata». Al momento a quanto pare sono quasi una trentina i medici sospesi, qualcuno anche al Ruggi.

Più informazioni su

Commenti

Translate »