Quantcast

Salerno, ambulanze senza medico: “Impegnati per Luci d’Artista”

Salerno, ambulanze senza medico: “Impegnati per Luci d’Artista”. Lo scrive Viviana De Vita in un articolo dell’edizione odierna del quotidiano Il Mattino.

Ambulanze senza medici a bordo. La denuncia arriva dall’ingegnere salernitano Fabio Ferrantino che, domenica pomeriggio, ha chiamato il 118 perché suo padre – 82 anni, dializzato, immuni depresso e affetto da altre patologie – ha avuto un malore. «Io e la mia famiglia – spiega l’uomo – ci siamo subito allertati per il timore che mio padre potesse nuovamente subire un arresto cardiaco come un paio di anni fa. L’ambulanza è arrivata a Pastena da cui è partita la chiamata, dopo oltre venti minuti e, soprattutto, non aveva un medico a bordo. L’infermiere che ha prestato i primi soccorsi non era autorizzato ad erogare le terapie e l’unica alternativa era trasportare mio padre al pronto soccorso. A quel punto abbiamo richiamato la centrale operativa che ha riferito all’operatore sanitario che, a causa dell’evento “Luci d’Artista”, non c’era la disponibilità di medici poiché gli unici due in servizio erano stati impiegati per fare fronte ad eventuali emergenze nelle zone di maggiore affluenza. Ho parlato telefonicamente con il medico del 118 e lo stesso ha lamentato la carenza dia di medici che di ambulanze, soprattutto in questo periodo». Non vuole fare “polemiche” il professionista ma semplicemente evidenziare «che la manifestazione delle Luci d’Artista è importante per il commercio e per il turismo ma, al contempo, non è pensabile che il 118 non abbia mezzi ed uomini per poter assistere pazienti che potrebbero essere anche in pericolo di vita». L’anziano fortunatamente si è ripreso grazie alla sola assistenza dei familiari e dell’infermiere del 118 ma, quella delle ambulanze senza medici, è una grave problematica che, ultimamente, affligge l’interno territorio da nord a sud. Lo scorso settembre a Pagani è deceduta una 56enne per un malore. I familiari avevano allertato il servizio di emergenza ma, anche in quel caso, a casa della donna si era presentata un’ambulanza che aveva a bordo soltanto un infermiere e la paziente è morta prima di arrivare in ospedale. A luglio è stata la deputata del Movimento 5 Stelle, Virginia Villani a denunciare che molte ambulanze soccorrono gli ammalati senza avere un medico a bordo. A Nocera Inferiore e Nocera Superiore – aveva dichiarato la deputata – vi è una sola ambulanza disponibile con medico a bordo. Stesso discorso per Sarno e Pagani e adesso anche Angri e Scafati si trovano nella stessa situazione. Non va meglio in Costiera Amalfitana: l’ambulanza che serve per Positano e Praiano deve chiedere il supporto di un medico che fa base ad Amalfi.

Commenti

Translate »