Quantcast

Praiano, gli auguri della sindaca Anna Maria Caso nel suo primo Natale alla guida della città

Praiano, costiera amalfitana. La sindaca Anna Maria Caso, in questo primo Natale alla guida della città, ha voluto formulare i suoi auguri ai cittadini: «Care concittadine e cari concittadini, vi rivolgo a nome dell’intera Amministrazione i migliori auguri di Buone Feste. Il Natale è un’opportunità privilegiata per meditare e riflettere profondamente sul senso e sul valore della nostra esistenza. Una festa universale per il clima suggestivo che la contraddistingue. Anche chi non si professa credente, infatti, può percepire in questa annuale ricorrenza cristiana qualcosa di speciale ed unico, qualcosa di intimo e di magico che parla al cuore di ognuno di noi. E’ la festa che canta il dono della vita.
Viviamo un’epoca e una società spesso ebbra di consumo ed abbondanza, di apparenza e narcisismo, di una virtualità talmente smodata che sta eclissando i rapporti sociali e l’amicizia reale. Un modo di vivere frenetico che spesso risulta essere vacuo di valori e permeato dalla cultura dell’indifferenza che porta ad essere spietati e cinici verso il prossimo.
Queste feste natalizie siano dunque un salutare momento di pausa da trascorrere in compagnia dei propri cari, senza quegli eccessi che non rendono più felici i protagonisti, ma che umiliano chi si trova in difficoltà. Abbiamo bisogno di rimettere al centro della società la persona, capendo che nessuno è immune da errori e dai conseguenti problemi. Una società matura è quella che aiuta gli uomini in difficoltà, non quella che li reprime, li condanna e li emargina.
Una lettera di auguri non può essere uno strumento di propaganda, ma al contempo credo sia importante trasferire ai cittadini le positività che con impegno e sacrificio stiamo cercando di perseguire. Sono trascorsi pochi mesi dal nostro insediamento e ci aspettano cinque anni di duro lavoro per cercare di realizzare, con spirito di appartenenza, umiltà ed abnegazione, quanto di più importante la nostra Praiano necessiti in ogni settore: dall’edilizia scolastica alla riqualificazione del tessuto urbano, al sociale, allo sport, alla cultura, all’integrazione, al lavoro, ai servizi, alle attività ludiche e ricreative.
State certi che nessun veto sarà mai posto all’iniziativa di chicchessia, al di là di ogni appartenenza politica, perché quello che voglio, che vogliamo, è che a Praiano non attecchisca mai un clima intriso di odio sociale. E’ il sale della democrazia; ognuno deve sentirsi libero di poter essere protagonista, di dare il proprio contributo alla crescita, purché vada negli interessi di Praiano tutta. E’ un valore.
Il bene comune non può e non deve essere uno slogan o peggio un mero spot elettorale. E’ un impegno chiaro che non ammette deragliamenti, né ritardi e va perseguito da tutti. Il mio auspicio per il futuro prossimo è che a dominare siano lo spirito di collaborazione e il convergere di tutti su un confronto costruttivo, basato sul rispetto reciproco delle idee e delle persone. Sono convinta che tutto ciò rappresenti una forma di conciliazione che non abolisce le legittime distinzioni ed idee, ma che le integri, rispettandole. Dobbiamo accrescere la responsabilità sociale di tutti, non solo delle istituzioni.
L’augurio che mi sento di porgere è dunque anche un invito: nessuno pensi “non tocca a me”, sentiamoci tutti parte del cambiamento e della speranza, contribuendo ognuno secondo le proprie possibilità e le proprie inclinazioni a ricostruire laddove qualcosa si è spezzato, perché, come diceva don Lorenzo Milani, “Non serve avere le mani pulite se poi si tengono in tasca”.
Permettetemi, a margine, una breve considerazione attinente al momento.
Quest’anno l’illuminazione del Paese per le feste ha suscitato perplessità. È comprensibile, anche se le polemiche mi sono sembrate eccessive. Ma ci sta. E ci assumiamo la responsabilità, rivendicandone l’intento: cambiare rispetto alle solite luci che fanno tanto sagra o festa di Paese.
Purtroppo, circostanze sopravvenute, che molti di voi ben sanno, non dipese dalla nostra volontà, ci hanno impedito di poterne curare i dettagli. Diciamo che il progetto è rimasto a metà, ma la direzione è quella giusta. E poi, credo che l’atmosfera natalizia debba essere improntata anche alla sobrietà e al raccoglimento.
E vanno proprio in questa direzione gli sforzi che stiamo compiendo, ponendo grande attenzione al bilancio comunale e alla realizzazione di interventi a medio e lungo termine per lo sviluppo del nostro Paese, ripartendo dai rapporti umani, dall’incontro con gli altri, dalla consapevolezza che la nostra comunità è aperta alla solidarietà ed alla condivisione. Tanto che questo Natale abbiamo voluto che gli addobbi natalizi, e non solo, rappresentassero il nostro modo di immaginare una comunità.
I bambini, con mamme e papà di buona volontà che non finirò mai di ringraziare, hanno preparato le decorazioni che troviamo collocate lungo le nostre strade e nelle nostre piazze.
Ed anche i biscotti donati ai nostri anziani sono stati realizzati e confezionati grazie al lavoro di maestri cuochi volontari, coadiuvati da nostri studenti dell’Istituto Alberghiero, e alla disponibilità della cucina dell’Hotel Tramonto d’Oro, da sempre un riferimento sicuro per queste iniziative.
A Praiano il Natale è occasione per essere una comunità vicina alla famiglia, amica dei suoi vecchi e dei suoi giovani.
Dunque. . .
Buon Natale a tutte le donne e uomini cittadini di Praiano.
Buon Natale a tutti i nostri giovani, speranza per il futuro: meritano la fiducia e l’opportunità per restare nel proprio Paese.
Buon Natale ai bambini, che sono la nostra più grande ricchezza affinché abbiano occhi attenti e cuori aperti ad accogliere, Sempre.
Buon Natale agli anziani, custodi delle nostre radici e di una memoria storica che è insegnamento di vita.
Buon Natale ed un grazie sincero alle Associazioni e al Volontariato locale per il loro contributo al funzionamento dei servizi e alla realizzazione degli eventi nella nostra Comunità.
Buon Natale agli Assessori, a tutti i Consiglieri Comunali e ai Dipendenti per aver svolto il proprio ruolo con professionalità e senso di responsabilità.
Auguro a tutti voi, miei concittadini, un Natale sereno ed un Nuovo Anno, se possibile, migliore di quello passato, incredibilmente difficile per ciascuno di noi e che purtroppo ci vede anche in questi giorni di festa dover accettare restrizioni, per tutelare la salute di tutti.
Non voglio parlare di pandemia, di emergenza sanitaria, di green pass e di no vax. I giornali e i palinsesti delle televisioni sono pieni di programmi che informano e disinformano.
Ma è importante, anche se faticoso, continuare ad attuare comportamenti corretti, con il senso di responsabilità dimostrato sin qui, attenendoci alle disposizioni volte a limitare il contagio.
Un abbraccio forte a ognuno di voi (ancora a distanza, purtroppo) e un augurio sincero di Buon Natale».

Praiano, gli auguri della sindaca Anna Maria Caso nel suo primo Natale alla guida della città

Commenti

Translate »