Quantcast

“Positano sacra”, il ricordo dell’intervista di Positanonews all’architetto Romolo Ercolino

Più informazioni su

Ecco uno degli ultimi ricordi che Positanonews conserva di Romolo Ercolino, l’architetto di 84 anni simbolo di Positano che questa mattina ci ha lasciati. Siamo rimasti attoniti per la dolorosa perdita, raccogliendo l’ultimo saluto o ricordo di quanti hanno apprezzato la professionalità che ha raccontato Positano come la città verticale nel suo libro. Grazie al servizio di Sara Ciocio e Lucio Esposito per Positanonews, estraiamo dall’archivio un’intervista che rimarrà per sempre nella memoria di quanti hanno apprezzato l’architetto per la sua persona e per la sua professionalità. È un approfondimento dello studio di “Positano – Città verticale” – ci raccontava Romolo parlando del suo nuovo libro -, facendo uno studio di quelli che sono i patrimoni conservati in ogni chiesa, perché ogni chiesa ha una sua storia che parte da più di mille anni fa e arriva fino ai giorni nostri. I vari insediamenti che si sono avuti qui a Positano, le varie vicende storiche con l’arrivo di profughi prima da Paestum fino ad arrivare alla diaspora tra le due guerre con l’arrivo egli esuli russi e tedeschi. Tra gli ospiti qui a Positano abbiamo avuto lo scrittore Essad Bey, sepolto qui a Positano di cui ho scritto un libro. Dopo l’occupazione russa dell’Azerbaijan si era persa memoria di questo signore, io modestamente ho contribuito alla sua nuova fama. Un parente di Essad Bey aveva detto che proprio perché aveva accolto tutti questi esuli, bisognava che Positano fosse nominata come città dell’accoglienza, cosa che ho sempre chiesto di fare. Tutti questi hanno sempre lasciato qualcosa di loro e ci hanno arricchito non solo spiritualmente ma anche culturalmente con tutto quello che hanno lasciato a Positano. Ma soprattutto hanno fatto conoscere Positano in tutto il mondo – ha concluso. Noi, Romolo, vogliamo ricordarlo così. Come un uomo straripante di cultura e amante del proprio lavoro, ma anche e soprattutto degli anni profusi nello studio e nell’approfondimento della storia di Positano.

Romolo Ercolino Positanonews

Più informazioni su

Commenti

Translate »