Quantcast

Positano, il programma di fine anno e i saluti del Sindaco Giuseppe Guida

Positano (SA) Quest’anno il Sindaco di Positano Dr. Giuseppe Guida sarà dalla Villa Romana che rivolgerà gli auguri di fine anno ai suoi concittadini e ai tanti estimatori nel mondo della Città Verticale. L’Amministrazione ha scelto il MAR-Museo Archeologico Romano come simbolo delle radici più nobili e antiche di questa città, per l’indubbia valenza artistica e architettonica del sito, icona di quella cultura classica che ha formato intere generazioni di studenti poi validi professionisti. Ma il 31 dicembre la cultura classica si legherà con quella contemporanea, in segno di continuità tra passato e presente, certi che la costruzione di un futuro roseo per l’intera comunità debba poggiare sulle solide radici rappresentate dal sapere ereditato dai nostri padri. Ecco la scelta di salutare il nuovo anno con il linguaggio più internazionale, propositivo e multietnico che esista: il jazz. Saranno infatti i musicisti Alessandro Florio (chitarrista jazz) e la star internazionale Fabrizio Bosso (trombettista) a salutare il 2022 con un brano appositamente creato per questa città “Positano in Blue”, alla presentazione del cd, che sarà donato al Primo Cittadino, seguirà il concerto dell’Alessandro Florio Trio, completato da Marco de Tilla (contrabbasso) e Massimo del Pezzo (batteria), performance che proporrà rivisitazioni di brani noti e inediti composti da Florio con quel linguaggio jazzistico che coniuga le sonorità mediterranee e americane con l’eleganza che ha acquisito un talento come l’artista amalfitano che ha abitato con il suo studio appassionato il talento di Thelonious Monk e vanta un Maestro assoluto come il compianto Franco Cerri, oltre a numerose collaborazioni internazionali. Questo concerto segnerà anche l’inizio della Seconda edizione della rassegna “Vicoli in Arte” con la Direzione Artistica di Giulia Talamo e la preziosa Regia teatrale di Ario Avecone, che tanti consensi ha ricevuto da stampa e pubblico l’anno scorso. A questo evento seguirà il Concerto di Capodanno dedicato alla musica classica. Come da antica tradizione europea, dalla Sala Andrea Milano, saranno I Solisti della Real Orchestra di Napoli, con il soprano Elena Memoli, il tenore Marco Ferrante e il direttore Franco Vigorito a proporre un vasto e articolato repertorio di musiche classiche da Verdi a Bizet, da Puccini all’immancabile Strauss per la Direzione Artistica del M°Paolo Scibilia. In un momento di profonda crisi sanitaria ed economica, “Vicoli in Arte” ha rappresentato un’occasione di svago, colto e creativo, per i cittadini, occasione lavorativa preziosa per un intero comparto quello dello spettacolo, con promozione del teatro musicale, danza, teatro di prosa, esibizioni canore e concerti che hanno declinato tutti i generi musicali dal folk alla classica con virtuosi del pianismo che hanno esibito il proprio talento su di un pianoforte a coda calato in Piazza Flavio Gioia, sfidando tutte le problematiche logistiche che questo tipo di trasporto comporta in una città come Positano, ma regalando al pubblico uno spettacolo d’alto profilo dal fascino unico. Questo format di Giulia Talamo con la regia di Ario Avecone, fortemente voluto dal Primo Cittadino si è rivelato anche un originale strumento di valorizzazione dell’intero territorio comunale coinvolgendo nel progetto strade, borghi, piazze, chiese, spiagge e le famose scalinatelle, infine è stato ed è volano di una nuova vision di promozione del brand “Positano”, che non sarà più accostato esclusivamente al turismo balneare estivo ma sempre più alla promozione culturale. Sono alcuni anni, infatti, che l’Amministrazione di Positano sta investendo in cultura a trecentosessanta gradi. In Letteratura con la rassegna “Positano Racconta” affidata alla direzione di Nicola Lagioia (Premio Strega e Direttore del Salone del Libro di Torino) dalla Fondazione De Sanctis; nella danza, quella creata dall’estro italiano di cui ha perorato la causa nei giorni scorsi Roberto Bolle presso il Mibact, con lo storico appuntamento estivo, arrivato alla 50esima edizione, “Positano Premia la Danza Léonide Massine”, il Teatro, quello di prosa con il “Positano Teatro Festival – Premio Annibale Ruccello” (nel 2022 alla XIX edizione) e infine l’ultima nata, come già anticipato, “Vicoli in Arte”, strumento innovativo, propositivo e versatile che offrirà anche nel 2022 cento giorni di spettacoli per adulti e bambini, sempre nel segno della qualità e della fruizione gratuita per cittadini e visitatori con il dovuto rispetto di tutte le norme anti pandemia, che richiede il momento di crisi sanitaria, per garantire sempre la sicurezza ad artisti, tecnici e pubblico.
di Luigi De Rosa

Generico dicembre 2021
Alessandro Florio e Fabrizio Bosso

Link utili : https://comune.positano.sa.it/

Commenti

Translate »