Quantcast

Positano, il cartografo Nino Buonocore ricorda il Prof. Romolo Ercolino nel giorno della sua scomparsa

Positano. La scomparsa del Professore ed Architetto Romolo Ercolino ha fatto calare un velo di tristezza sull’intera città perché con lui se ne va un pezzo importante della storia positanese. Romolo ha raggiunto la sua amata sposa in cielo dopo una separazione di pochi mesi, perché il loro amore era troppo forte per poter essere diviso. Un grande studioso, un eccelso professionista e soprattutto un uomo buono e dal sorriso dolce. Quel sorriso che mancherà alla sua famiglia ed a tutti coloro che hanno avuto l’onore ed il piacere di conoscerlo e magari di condividere un pezzo di strada con lui.
Sono stati tanti i messaggi di cordoglio in questa triste giornata di dicembre e tra questi vogliamo riportare quello del cartografo positanese Nino Buonocore, che conosceva Romolo da sempre grazie all’amicizia fraterna con il figlio Giovanni. Per Nino Romolo non era solo un professore ed uno studioso, ma anche una figura di riferimento pronto a consigliarlo e ad offrirgli dei consigli paterni.
E Nino lo ha voluto ricordare proprio per quei momenti spensierati in cui il Prof. Ercolino si lasciava trascinare dall’entusiasmo e dalla voglia di trasmettere l’amore per il territorio ai più giovani. Come ad esempio quando partecipò all’organizzazione di una visita guidata per i ragazzi ai resti della Torre Grado. In quell’occasione non fece mancare la sua presenza tra i più giovani, spiegando loro la storia e gli aneddoti legati alla Torre e rispondendo con passione alle domande che gli venivano poste mentre i suoi occhi si illuminavano di gioia nel vedere la curiosità e l’interesse di quei ragazzini.
E Nino porta nel cuore anche la realizzazione della sua cartina di Positano per la quale Romolo gli mise a disposizione informazioni e materiale e, in occasione della presentazione, gli regalò la sua presenza come relatore, sedendo accanto a lui orgoglioso come lo si può essere di un figlio: «Il professor Ercolino ha fatto parte da sempre della mia vita, da quando ero ragazzino fino all’ultimo. Un esempio da seguire per la sua onestà e professionalità, ma anche per la sua grandissima umiltà. Un dolore vederlo distrutto nell’ultimo saluto all’adorata moglie, compagna di una vita. La voglia di voler fare qualcosa per lui pur sapendo che nulla avrebbe lenito la sofferenza del distacco. Ed ora l’unica consolazione a questo immenso dolore è sapere che finalmente è di nuovo insieme alla sua Silvana e la starà guardando negli occhi con quel sorriso che tanto ci mancherà. Buon viaggio professore e grazie di tutto quello che hai fatto per me e della tua immensa disponibilità, dei tuoi consigli e della tua guida professionale ed umana».

Commenti

Translate »