Quantcast

Penisola Sorrentina, ginecologa condannata per falso

Più informazioni su

Penisola Sorrentina, ginecologa condannata per falso.Ricorso rigettato dalla Corte di Cassazione e sentenza a questo punto che diventa definitiva: due anni, con sospensione condizionale della pena, per una ginecologa della Penisola Sorrentina. Dichiarato prescritto invece l’ altro reato di cui rispondeva la dottoressa, ovvero lesioni colpose. Si tratta di un verdetto che giunge al culmine di una lunga battaglia legale avviata dalla famiglia del bambino, rappresentata dall’ avvocato Francesco Cappiello. Il bambino nacque nella clinica San Michele a Piano di Sorrento. Poco dopo il lieto evento, purtroppo emersero delle riduzioni alla funzionalità di un arto e di una mano. Stando alla denuncia dai familiari e alle ipotesi formulate dagli inquirenti che si occuparono delle indagini del caso, la ginecologa non adottò tutte le procedure del caso per la nascita del bimbo. Per la ginecologa rimane l’accusa di aver falsificato una cartella clinica di un neonato che, successivamente al parto, riportò alcune disfunzioni a un arto ed a una mano..

Più informazioni su

Commenti

Translate »