Quantcast

Omicron a Corbara: guarita la giovane tornata dalla Francia, negativa al secondo tampone

Più informazioni su

Omicron a Corbara: guarita la giovane tornata dalla Francia, negativa al secondo tampone. Lo scrive Luisa Trezza in un articolo dell’edizione odierna del quotidiano La Città di Salerno.

Una giovane risulta positiva al Covid, nonché alla temuta e ancora poco conosciuta variante Omicron: appena appresa la notizia, il sindaco di Corbara Pietro Pentangelo si attiva per mettere in sicurezza la comunità e soprattutto evitare allarmismi. Il secondo tampone però dà esito negativo, facendo tirare un sospiro di sollievo. A confermare la guarigione già avvenuta lo stesso Pentangelo, il quale, appreso del contagio, si era recato personalmente sotto casa della giovane per assicurarsi che anche i suoi familiari, al momento risultati negativi al virus della Sars-Cov-2, rispettassero tutti i protocolli e non si allontanassero dall’abitazione. «Mi sono voluto sincerare che tutto proceda nel migliore dei modi – aveva dichiarato Conosco i familiari della ragazza. In questa fase non possiamo permetterci di perdere colpi, dobbiamo essere vigili e dobbiamo controllare personalmente che tutto vada nel migliore dei modi. La ragazza sta bene e non sta manifestando particolari sintomi se non qualche lieve linea di febbre. Per il resto siamo tranquilli e continuiamo ad osservare le regole ed a vigilare affinché tutti le rispettino ».

Quanto alla ricostruzione, la 22enne corbarese era rientrata circa 10 giorni fa da un viaggio in Francia e dopo qualche giorno aveva iniziato ad accusare sintomi, scoprendo poi di avere la Covid. Solo nella giornata del 17 dicembre, nei laboratori dell’Istituto zooprofilattico del Mezzogiorno, con sede a Portici, è stata identificata la variante sudafricana: si tratta un altro caso Omicron, il secondo “d’importazione” in Campania dopo quello di qualche settimana fa, che aveva riguardato un manager casertano tornato dal Mozambico. Ieri pomeriggio la buona notizia: a seguito di accertamento con un secondo tampone, è emerso che la giovane si era già negativizzata e non erano stati scoperti altri casi. Nel frattempo, peraltro, il primo cittadino continua anche a gestire in prima persona le operazioni del centro vaccinale di Corbara, uno dei più attivi del comprensorio e divenuto un vero e proprio punto di riferimento, chiamando i vari cittadini provenienti da tutto l’Agro in ordine numerico di prenotazione: «91…92…» scandisce Pentangelo chiamando uno per uno gli utenti che si sono messi in fila per la somministrazione del siero anti Covid proprio a Corbara. Il sindaco ieri mattina, poco prima di mezzogiorno, era nel “suo” centro vaccinale a gestire i cittadini in fila e a rendere il più possibile agevoli le trafile pre-dose. Corbara, nel frattempo, si era già risvegliata con l’incubo variante Omicron ma il sindaco aveva già tranquillizzato tutti, ancor prima di diffondere la notizia della guarigione della ragazza. Centinaia le telefonate giunte a Pentangelo e alle quali lui stesso aveva risposto dando rassicurazioni. «Continueremo a tenere la guardia altissima, soprattutto dopo l’identificazione di questo caso di variante – ha concluso il primo cittadino Pietro Pentangelo nel fare il punto della situazione – Non lasceremo nulla al caso, stiamo lavorando in sinergia con la Asl che sta facendo il suo lavoro di tracciamento, tuttavia mi sento di tranquillizzare i miei concittadini. Alla nostra giovane l’augurio di una presta guarigione. Continuiamo a vaccinarci ed a seguire le regole, e tutto andrà per il meglio».

Più informazioni su

Commenti

Translate »