Quantcast

Maiori, il racconto dell’85enne Filippo Civale nel libro “La mia Avvocata”

Maiori, Costiera amalfitana . Ogni settimana, in ogni stagione dell’anno, Filippo sale in solitaria sul monte Falerzio dove si venera la Madonna dell’Avvocata, Ma è solo per “devozione”? Lo fa perché non può più fare a meno. La sua prima salita ‘ha fatta il 2 giugno 1952. Oggi ha 85 anni ed ancora, almeno una volta a settimana, continua a salire sulle pendici del monte Falerzio in Costiera amalfitana dove si trova il Santuario dell’Avvocata, a 800 metri sul livello del mare. Filippo Civale è un camminatore solitario, instancabile. Da ex imprenditore a moderno asceta. Lui sale su quel monte, che richiede forza fisica e un’incredibile volontà, perché “‘non può non andarci”. Questa sua originale passione la racconta nel -libro “La mia Avvocata” (120 pagine) che ha lui stesso editato e che non sarà in commercio ma donato agli amici e a chi ama come lui questo luogo-simbolo non solo per i maioresi.

filippo civale la mia avvocata

Il libro vede anche una presentazione di Stefano Della Pietra, ex sindaco di Maiori e un’ introduzione di Gerardo Russomando, già assessore: “Sono anche uno dei tanti racconta Russomando – che guidato da lui, sono salito sul Santuario dell ‘Avvocata. E’ impossibile non osservarlo tutti i giorni quando, a qualsiasi ora, passeggia, quasi sempre solitario, sul lungomare di Maiori. Poi capita anche che vada un attimo, sempre con le proprie gambe, a Positano e ritorni nella stessa giornata, magari sotto il sole cocente di agosto. L’anno scorso, in tutto, ha percorso a piedi ben 8.700 chilometri, praticamente la media giornaliera è stata di oltre 23 chilometri”.

In questo libro, ricco di immagini, Filippo racconta l’intreccio della sua vita con il Santuario dell’Avvocata, Secondogenito di sei figli, la madre ventenne, prima della sua nascita, in un pellegrinaggio al Santuario fatto insieme al padre, lo affida alla Madonna. Il racconto parte proprio da questo evento che lo segnerà per tutta la vita. E sarà un vero autentico legame inscindibile con la Madonna e con il luogo che rappresenta la sintesi della bellezza del paesaggio mediterraneo. Quel suo camminare continuo, a piccoli passi, è come una litania. Una preghiera quotidiana che non ha mai abbandonato. E che spinge il lettore, anche chi conosce e ama il luogo, a guardare questa “salita”, che molti fanno solo in occasione del lunedi dopo la Pentecoste, con occhi diversi.

filippo civale la mia avvocata

Commenti

Translate »