Quantcast

Madonna con la Barba da Positano l’appello di Vito Casola “E’ una operazione mediatica, parlarne è fare il suo gioco”

Più informazioni su

Madonna con la Barba da Positano l’appello di Vito Casola “E’ una operazione mediatica, parlarne è fare il suo gioco”  . Dalla perla della Costiera amalfitana Vito Casola, presidente di Posidonia e imprenditore affermato, ma anche fedele attivo nella Chiesa , ci fa una giusta riflessione . Ma cosa sta succedendo? Lgbt, la Madonna diventa trans: bufera per la procazione dell’attivista Lgbt Ue Riccardo Simonetti
La provocazione al centro della bufera è arrivata dall’attivista arcobaleno, Riccardo Simonetti, presentato come ambasciatore speciale Ue per i diritti Lgtb. Una Madonna barbuta è comparsa come foto di copertina del mensile queer berlinese Siegessaule. Nella foto Simonetti con la barba lunga appare nei panni della Vergine Maria con un bambino in grembo. Lo scatto è stato rilanciato dallo stesso Simonetti sui social che sul profilo Instagram ha commentato: ‘”Se ignoriamo il fatto che Gesù non era bianco, potremmo credere che la Vergine Maria avesse la barba. Perché no?”.

Madonna barbuta, ira Salvini-Meloni-Berlusconi: “Insulto vergognoso”
Ma lo scatto di provocazione da parte Lgbt, come prevedibile, ha acceso la polemica delle sfere più conservatrici. ”Un vergognoso insulto”. ”Così si sbeffeggia la religione”. Lega, Fratelli d’Italia e Forza Italia fanno fronte unito. A indignarsi è Giorgia Meloni che twitta: “La Vergine Maria rappresentata come un trans. È così che un ‘Ambasciatore speciale Ue per i diritti Lgbt’ pensa di costruire un’Europa più inclusiva? Non è sbeffeggiando la religione, offendendo i fedeli o cancellando il Natale -avverte- che si tutelano diritti civili. Che triste teatrino”. Anche il leader del Carroccio non ci sta e sbotta su Facebook: ”Ma possibile che certa gente non riesca a rispettare nemmeno la Vergine Maria e il Santo Natale? Non è una simpatica provocazione, è un vergognoso insulto”, tuona Salvini. Interviene anche Simone Pillon che rincara la dose: “Dopo Santa Claus gay, e i Gesù omo del Gay Pride poteva mancare qualche buffone che scimmiottasse Maria?” e chiude: “Ambasciatore dello schifo”.

Per Forza Italia si fa sentire la compagna di Silvio Berlusconi, la deputata Marta Fascina: ”L’ambasciatore speciale per i diritti Lgbt per l’Unione Europea si fa ritrarre in una vergognosa versione transessuale della Vergine Maria. In una corsa sempre più spudorata al politicamente corretto, che non si fa scrupoli di ricorrere anche a rappresentazioni blasfeme, si è arrivati finanche a profanare i simboli della cristianità”.

“E’ sempre più evidente il tentativo dell’intellighenzia italiana ed europea -attacca- spalleggiata dalle reticenti sinistre, di recidere i legami storici, culturali, religiosi dei nostri popoli con le radici giudaico cristiane alla base della nostra civiltà. Ma Forza Italia, come già accaduto per la triste vicenda delle linee guida ‘inclusive’ della Commissione europea, continua la sua indomita battaglia in difesa della cristianita’, dei suoi valori e dei suoi simboli. Giù le mani dalla nostra storia, giù le mani dal nostro ‘credo”’.

Un portavoce dell’Europarlamento precisa che quella con Simonetti è una semplice “collaborazione”, “non retribuita”, nell’ambito dei contatti con gli influencer come parte “della strategia di comunicazione del Parlamento europeo.

Ma insomma ha ragione Casola tutta questa levata di scudi non ha senso e gli fa solo pubblicità

Più informazioni su

Commenti

Translate »