Quantcast

Locali non richiedono Green Pass, ecco la mappa: 14 in provincia di Salerno. Due in Costiera

Sarebbero 200 i locali in Italia che non richiederebbero il green pass ai propri clienti, andando contro le prescrizioni previste.

A riportare la notizia il quotidiano La Città di Salerno. In particolare la mappa sarebbe presente Telegram.

Ne ha parlato nei giorni scorsi anche Huffington Post. Il gruppo telegram si chiamerebbe “Esercenti No Green Pass”.

Conta quasi 20mila iscritti e nel messaggio fissato in alto compare una mappa aggiornata con – si legge – “la lista completa di locali, studi medici, palestre, piscine, bar, ristoranti ed esercizi commerciali su tutto il territorio nazionale che non richiedono Green Pass”.

“Se hai un’attività e vuoi apparire sulla mappa è sufficiente che tu scriva un messaggio linkando il tuo link profilo e riportando la parola chiave ‘adesione’”, si legge sempre nel gruppo Telegram, “Potrai sempre essere eliminato successivamente in qualsiasi momento a tua richiesta, riportando la parola chiave ‘abbandono’”

Nell’elenco delle sedicenti «attività che obbediscono alla Costituzione esercitando il proprio diritto al lavoro e che non accettano limitazioni» ci sono pure i quattordici locali della provincia di Salerno.

Queste le presunte attività no green pass in provincia di Salerno:

Battipaglia (ristorante);
Buccino (bar);
Campagna (studio fotografico e un bed&breakfast);
Celle di Bulgheria (bar);
Maiori (due attività);
Pontecagnano Faiano (ristorante);
San Cipriano Picentino (braceria e un ristorante);
San Mango Piemonte (palestra);
San Valentino Torio (ristorante);
Sapri (pizzeria);
Sarno (pub)
Ricordiamo che non richiedere il green pass è un comportamento che va contro le normative vigenti.

Commenti

Translate »