Quantcast

Le milanesi affondano con le grandi d’Europa

Più informazioni su

    SCONFITTE AMARE IN CHAMPIONS – FONTE VIRGILIO SPORT 

    Sant’Ambrogio non ha aiutato le milanesi. Il Milan viene rimontato dal Liverpool ed è fuori sia dalla Champions che dall’Europa League. L’Inter in dieci perde contro il Real Madrid e dice addio al primo posto nel girone.

    Milan, Salah risponde a Tomori nel primo tempo

    A San Siro, nel primo tempo, il Liverpool gestisce il pallone e si affaccia maggiormente nella metà campo avversaria, senza creare però grosse occasioni. A passare in vantaggio però sono i padroni di casa: calcio d’angolo, Alisson vede all’ultimo il pallone e respinge come può ma il primo ad arrivare è Tomori che non sbaglia firmando l’1-0 al 29′. La gioia del Milan però dura pochi minuti. Al 36′ Maignan non respinge bene il tiro di Oxlade-ChamberlainSalah è il più rapido a reagire e da pochi metri batte il portiere francese. Si conclude così 1-1 la prima parte.

    Champions, Tomori stavolta sbaglia: Milan fuori da tutto

    Nel secondo tempo il Milan è aggressivo fin da subito, ma al 55′ il Liverpool ribalta il match e si porta avanti: errore di Tomori che regala palla a ManéMaignan respinge la conclusione del senegalese ma Origi di testa è rapido a insaccare la rete. I padroni di casa reagiscono con un tiro a giro di Krunic, palla alta.

    Al 69′ Origi ha l’occasione per chiudere la partita, lo stacco di testa però questa volta termina fuori di poco. Il Milan ha evidentemente subito il colpo del 2-1 e non riesce a reagire. I padroni di casa ci provano troppo tardi con Kessie che però davanti ad Alisson si fa ipnotizzare. E’ l’ultima occasione per il Milan, il match termina 2-1 per i reds: rossoneri fuori da tutto.

    Champions, l’Inter in dieci perde a Madrid

    A Madrid parte meglio l’Inter. Prima Brozovic mette i brividi a Courtois con un tiro al volo alto di poco, poco dopo Carvajal mura il tiro diretto verso la porta di Perisic con il portiere belga battuto. Alla prima chance però il Real passa in vantaggio: Handanovic non può nulla sul tiro angolato di Kroos. I nerazzurri reagiscono ma non riescono a sfondare il muro dei blancos, tanto che allo scadere è di Rodrygo l’occasione più ghiotta: il tiro del brasiliano si stampa sul palo con l’estremo difensore sloveno impietrito.

    Nel secondo tempo l’Inter ha subito una grande occasione con Barella servito da Calhanoglu, ma la conclusione angolata in area da ottima posizione del centrocampista nerazzurro termina sul fondo. Al 62′ la partita si complica per la squadra di InzaghiBarella reagisce dopo un fallo e colpisce Militao, espulso (salterà l’andata degli ottavi)  e nerazzurri in dieci. Gli ospiti adesso hanno comprensibilmente difficoltà a segnare e il Real ne approfitta. Ci prova ancora Rodrygo al 70′ con un destro incrociato, questa volta Handanovic risponde presente. Al 79′ però il portiere nerazzurro non può nulla sul tiro a giro di Asensio, con la palla che colpisce prima il palo e poi termina alle spalle dello sloveno: 2-0 e match chiuso. Ultimi minuti a ritmi bassissimi, alla fine è 2-0: Inter seconda.

    Più informazioni su

      Commenti

      Translate »