Quantcast

Intervista a Eric Waddell, front man degli The Abundant Life Singers foto

Sorrento (NA) Ieri sera al Teatro Tasso in una bella cornice di pubblico si è esibito il coro gospel “Eric Waddell & The Abundant Life Singers” capitanato da un eclettico e spumeggiante Eric Waddell degno rappresentante di quell’effervescente movimento gospel che dagli anni 50 caratterizza la vita musicale della bella città portuale. Tra Baltimora e l’Italia c’è sempre stato grande feeling, Nancy Pelosi, famoso portavoce del Congresso degli Stati Uniti appartiene alla locale comunità italiana, nel 1789 papa Pio VI nominò Padre John Carroll primo vescovo cattolico degli Stati Uniti. Questa fratellanza anche interconfessionale si è avvertita ieri sera nell’esibizione sorrentina di Eric Waddell e i suoi solisti che interpretano al meglio la visione cattolica agostiniana che recita: “cantare è pregare due volte” e quella spiritual e underground railroad del popolo afro americano che anela alla libertà che ben sintetizza la canzone “Wade in the wather” (Cammina a fatica nell’acqua) apparentemente “innocua” aveva un preciso significato “underground”: quando uno schiavo decideva di scappare la canzone gli consigliava di abbandonare per la fuga le strade di terra battuta e prendere la via dei guadi d’acqua, in quanto per i segugi che spesso venivano utilizzati per rintracciare i fuggitivi, sarebbe stato impossibile seguire le tracce olfattive nell’acqua. Eric Waddell & The Abundant Life Singers è uno dei gruppi di spicco di Baltimora. Nella sua prodigiosa crescita il coro ha raggruppato via via un numero sempre crescente di vocalisti fenomenali: al momento il coro conta cinquanta cantanti e una band d’eccezione. Sotto la direzione magistrale di Eric Waddell, front-man e leader del gruppo, ha raggiunto un livello di perfezione vocale che ci ricorda le formazioni di Hezekiah Walker e Ricky Dillard. Il gruppo ha debuttato in Italia nel dicembre 2017 riscuotendo uno straordinario successo di pubblico e critica. Nella sua carriera il coro ha condiviso il palco con leggende quali Pastor Timothy Wright e Albertina Walker; con stelle del gospel quali BeBe & CeCe Winans, Pastor Marvin Sapp, Vashawn Mitchell, Vanessa Bell Armstrong, Pastore Charles Jenkins, Dorothy Norwood, Keith Pringle e la leggendaria Dottie Peoples. Ieri sul palco del Teatro Tasso Waddell ha commosso il pubblico con le sue “Yes I Know Jesus”, “The Miracle Experience”, “Just how much we can bear”, incantato con un cult song come “When the Saints Go Marching In” entusiasmato con una struggente “Oh Happy Day”. A fine serata ho avuto il piacere di intervistare Mister Waddell che ringrazio per la cortesia, come per la disponibilità il Direttore Artistico M° Paolo Scibilia, che ancora una volta ha reso speciale la rassegna “M’Illumino d’Inverno” del Comune di Sorrento amministrato dall’Avv. Massimo Coppola, un grazie alla Dott.ssa Cecilia Buongiovanni per l’aiuto nell’intervista.
Buonasera Mr. Waddell e complimenti per la bella performance, è la prima volta a Sorrento?
Sì, a Sorrento è la prima volta. Sono alcuni anni che ci esibiamo in Italia, ma a Sorrento è la prima volta che vengo. È un bel posto, una città di mare come Baltimora. Voglio trasferirmi qui (sorride N.d.A.). C’è stato subito feeling tra noi cantanti e il pubblico. Mi auguro sempre passi il messaggio di amore e pace che portiamo in giro per il mondo.
Quando è nata la sua passione per il Gospel?
Da sempre. Avevo sei anni e già facevo parte di un coro. E poi la mia famiglia mi ha insegnato ad amare questa musica, penso a mia madre che ringrazio sempre Patricia Sumpter, lo stesso dico a mio padre John Waddell. Il mio ultimo progetto musicale “Hour of Power Experience” è dedicato a componenti importanti della nostra comunità gospel ai quali mi ispiro il Pastore Marie Bohanan e Kenny Taylor.
Mister Waddell lei è uno fra i più eccellenti Ministri di Musica e direttore di coro negli Stati Uniti, è anche compositore, ha studiato presso il prestigioso Conservatorio Peabody, credo non le sarà sfuggito che quest’anno celebriamo il centenario dalla morte di Enrico Caruso che qui a Sorrento è un beniamino di tutti, potrebbe dirmi qualcosa in merito.
Enrico Caruso è una star. Le confesso che non conosco bene la sua storia ma la musica sì. Ho ascoltato le sue performance, era un tenore eccezionale.
Le piace la Musica Lirica?
Sì la Musica Lirica rappresenta un patrimonio dell’umanità. Le arie d’opera, specialmente quelle italiane, lei un momento fa mi ha ricordato appunto Caruso, fanno parte del bagaglio culturale di ogni buon cantante.
Un’ultima domanda e poi la lascio andare a riposare. I suoi progetti futuri?
Beh abbiamo altri due concerti, il primo a Montepulciano il secondo a Verona,  poi torniamo a casa.
Mister Waddell un’ultimissima domanda, scrivo questo pezzo per Positanonews, e mi viene di chiederle conosce Positano e la Costiera Amalfitana?
Positano? Fantastica! Certo che conosco Positano, non ci siamo mai esibiti lì ma qualche anno fa,  viaggiavamo in Costiera e ci siamo fermati apposta, tanti americani amano Positano e anche noi l’abbiamo visitata. Straordinaria.
A cura di Luigi De Rosa

Intervista a Eric Waddell, front man degli The Abundant Life SingersEric Waddell & The Abundant Life Singers a Sorrento
Generico dicembre 2021

Link utili : https://www.almamusicproject.it/abundant-life-gospel-singers

Commenti

Translate »