Quantcast

“Insieme per Massa Lubrense” ai nuovi dipendenti comunali: “Auguri, ma sulle politiche di assunzione siamo molto indietro”

Massa Lubrense. E’ di pochi giorni fa la notizia dell’assunzione al Comune di 9 nuovi dipendenti. Sull’argomento il gruppo consiliare “Insieme per Massa Lubrense” pubblica un post sulla propria pagina Facebook: «Al Comune di Massa Lubrense arrivano forze fresche, in bocca al lupo!
Pochi giorni fa, grazie alla pubblicazione di una determina dell’ufficio personale, abbiamo appreso dell’arrivo in Comune di 9 nuovi dipendenti, assunti dopo aver superato la lunghissima trafila del corso-concorso approvato dalla Regione Campania più di tre anni fa. A questi nuovi dipendenti va il nostro sincero in bocca al lupo, soprattutto perché si troveranno a prestare servizio in un ente quasi del tutto paralizzato, privo di tante, troppe figure professionali. Queste nove assunzioni, infatti, sommate a quelle di due istruttori economico-finanziari e di un geometra, sono una goccia nel mare. L’ente è privo di tanti dipendenti, nonché di numerosi dirigenti. A breve mancherà il comandante dei vigili urbani, diversi dirigenti di spessore e di grande esperienza stanno per andare in pensione, mentre la mole di lavoro per i pochi dipendenti rimasti aumenta sempre di più. Abbiamo più volte scritto su questo argomento, ma l’amministrazione si è sempre risentita, parandosi dietro a scuse prive di solidità.
Siamo contenti di queste 12 assunzioni, ma crediamo sia solo un inizio. I toni trionfalistici usati dai nostri amministratori, in tutta onestà, sono fuori luogo. In 7 anni, pur tenendo presente la stringente normativa in materia di assunzioni, il Comune di Massa Lubrense ha bandito appena tre concorsi pubblici. Inoltre, pur avendo esperito numerose procedure di mobilità, pochissimi sono stati i dipendenti assunti, forse 3 o al massimo 4, segno che il Comune di Massa Lubrense non è certo un luogo di lavoro ambito. Ad oggi l’età media dei dipendenti comunali in servizio, i pochi rimasti sia chiaro, è davvero alta, non solo per colpa delle leggi di bilancio, ma anche per colpa dell’inerzia politico-amministrativa che pare essersi abbattuta sul comune dal 2015. Mancano istruttori amministrativi e dirigenti, ma soprattutto manca il tempo di formarli, perché chi arriva non ha la possibilità di un affiancamento ma deve trovarsi in balia di procedure non sempre semplici. Ancora oggi, con l’imminente pensionamento di ben tre dirigenti di grande esperienza, nulla pare muoversi. È stato avviato l’iter per individuare un dirigente che si occuperà della polizia locale, ma per il settore tecnico, ormai quasi del tutto sguarnito, non c’è all’orizzonte alcuna procedura. Bisognerebbe dare il via ad un corposo ringiovanimento del personale, con una particolare attenzione al reclutamento di unità dirigenziali a cui affidare la guida dei diversi uffici. Fermarsi a queste poche assunzioni sarebbe un peccato, visto che poi, a fronte dei nuovi assunti vi saranno altrettanti pensionamenti. Far rivivere il Comune significa riportare negli uffici un numero congruo di persone, senza le quali l’ente non può erogare servizi e dunque non ha ragione di esistere. Riflettiamoci su, perché ormai il tempo stringe.
Comunque, nonostante tutto, facciamo un sincero in bocca al lupo a tutti i neo-assunti, sperando che il loro apporto sia volano di ripresa per il nostro Comune».

“Insieme per Massa Lubrense” ai nuovi dipendenti comunali: “Auguri, ma sulle politiche di assunzione siamo molto indietro”

Commenti

Translate »