Quantcast

InCanti d’Autore all’arsenale di Amalfi: il cartellone dei momenti dedicati al Natale ed al Capodanno

Più informazioni su

InCanti d’Autore all’arsenale di Amalfi: il cartellone dei momenti dedicati al Natale ed al Capodanno. Ne parla Lara Adinolfi in un articolo dell’edizione odierna del quotidiano Il Mattino.

L’essenza della meraviglia e l’atmosfera natalizia si incontreranno ad Amalfi per trascorrere, da oggi fino all’Epifania, momenti intensi all’insegna di singolari spettacoli, musiche suggestive, incontri d’autore e laboratori ideati per i più piccoli. Il cartellone dedicato al Natale ed al Capodanno ad Amalfi, organizzato dall’amministrazione comunale guidata dal sindaco Daniele Milano, regalerà infatti magia e bellezza tra le dolci note delle zampogne che animeranno le strade ed i vicoli in attesa dello spettacolo di fuochi pirotecnici che, allo scoccare della mezzanotte, illuminerà la notte dell’ultimo dell’anno. L’arte dei suoni dimorerà dunque tra le antiche volte in pietra dell’Antico Arsenale della Repubblica di Amalfi con quattro serate firmate «InCanti d’Autore». Lo start verrà dato il 23 dicembre alle 19 dal concerto di Natale «Oratorio in Noel – Omaggio a Saint Saens ai 100 anni dalla morte», mentre nel giorno di Santo Stefano, sempre alle 19, si esibirà Andrea Sannino, il cantautore napoletano amato in tutto il mondo. Il concerto di Eugenio Bennato e Le Voci del Sud, il 2 gennaio alle 19, accoglierà il nuovo anno anticipando, di una manciata di giorni, il racconto di Massimiliano Gallo sul senso della «Resilienza 3.0» che si terrà il 6 gennaio alle 20.30. La musica diventerà la protagonista assoluta anche nella rassegna dei cori polifonici «Amalfi canta il Natale», giunta alla XXVIII edizione, che sorprenderà con la straordinaria maestria vocale delle corali pronte ad esibirsi nella Cattedrale di Sant’Andrea il 28, 29 e 30 dicembre. Seguendo la tradizione non mancherà, il primo gennaio alle 12.15 nella Basilica del Crocifisso, il Gran Concerto di Capodanno della S.C.S. International Harmonia Chamber Orchestra. Da sempre il Natale è la festa maggiormente attesa dai bambini.

GLI APPUNTAMENTI Proprio a loro verranno dedicati gli spettacoli del teatro di figura per ragazzi, tutti nell’Arsenale alle 16.30 ed alle 18.30. L’ora X scatterà il 21 dicembre con la Compagnia degli Sbuffi in «Un viaggio in Treno per Natale», poi il 27 dicembre, negli stessi orari, ci saranno le «Fiabe al telefonino» curate da Tieffeu – Teatro di Figura Umbro ed il 3 gennaio si vedrà «La Rivolta dei Giocattoli» della Compagnia Bertolt Brecht. Il teatro arriverà anche nelle frazioni con la Compagnia Teatrale «La Ribalta» di Salerno. Il 18 dicembre alle 18.30 giungerà a Vettica il «Canto di Natale», invece il 29 il sipario si aprirà a Pogerola su «La Favola del principe Schiaccianoci». Imperdibili i laboratori creativi «La Letterina di Natale su Carta a Mano» previsti per oggi e per il 18 dicembre, dalle 15 alle 17 in sinergia con il Museo della Carta. Dal 20 al 24 dicembre il Parco della Pineta si impreziosirà de «La Fabbrica dei Giochi nel Villaggio di Babbo Natale» con Santa Claus che aspetterà i piccoli nella sua casetta al mare, fra laboratori sulla creatività ed elfi racconta storie. E poi l’arte e la manualità accompagneranno i bimbi, il 19 e il 30 dicembre ad Amalfi; il 22 e il 28 dicembre a Pogerola e Tovere, in un viaggio tra storia e tradizioni di Amalfi denominato «La Repubblica degli Elfi Marinari». Spazio quindi alla cultura con il «Convegno Internazionale di Studi su L’Italia meridionale nel Medioevo: un centro politico, culturale ed economico» organizzato dal Centro di Cultura e Storia Amalfitana, in agenda oggi alle 9.45, nella biblioteca comunale. L’Arsenale spalancherà le sue porte, il 28 dicembre alle 18, sul vernissage della mostra fotografica «Amalfi e gli anni 50», partita dai negativi di Alfonso Fusco. Il 5 gennaio alle 18, nel medesimo luogo, sarà ufficializzata alla presenza del figlio del poeta la nuova riedizione dell’Elogio di Amalfi di Salvatore Quasimodo curata da Vito Pinto. L’attesa delle feste rappresenterà anche il trionfo della bellezza, perché, come annota l’assessore alla cultura Enza Cobalto, «il tempo scorrerà più dolcemente e le strade si illumineranno di magia».

Più informazioni su

Commenti

Translate »