Quantcast

Impresa Folgore: espugnato il fortino di Modica

Più informazioni su

Impresa Folgore. Gli uomini guidati da coach Nicola Esposito mettono alle spalle i due ko di fila rimediati nei derby contro Marcianise e Ottaviano, espugnando il campo della corazzata Modica sciorinando la miglior prestazione stagionale. 3 punti che valgono doppio in chiave classifica poiché il roster siciliano (terza forza del girone trascinata dall’italo-argentino Javier Hernandez) aveva nel Palarizza un fortino inespugnabile: 4 successi in altrettante gare, e soltanto un set lasciato ai rivali di turno. Giornata da ricordare per il team costiero, che al quarto tentativo mette in cascina i primi punti lontano dal palazzetto di casa.

La Folgore gioca la partita perfetta. 54% in attacco, 11 muri (4 griffati Pilotto), e ben 4 atleti in doppia cifra a testimonianza di una prestazione sontuosa. Lugli è il top-scorer con 23 punti, seguito da Mattia Sorrenti (17) e dalla coppia Fantauzzo/Pilotto fermatisi a quota 11.

Coach Nicola Esposito parte con Aprea in diagonale con Lugli, Fantauzzo e Sorrenti in banda, Pilotto e Deserio centrali, mentre Denza riprende il proprio posto come libero. Risponde Modica con Alfieri/Gavazzi, Chillemi/Loncar, Garofolo/Raso, Nastasi libero.

PRIMO SET. Folgore subito avanti con un diagonale di Sorrenti, e due bordate di Loncar ampiamente fuori misura (1-4). Lugli affonda in zona 6, Deserio colpisce di fino (4-6), ma poi i padroni di casa impattano per poi mettere la freccia sulle traiettorie velenose di Chillemi (9-7). Dai 9 metri si presenta capitan Aprea e cambia l’inerzia del parziale: doppio muro di Pilotto su Chillemi, che poi non concede sconti in primo tempo (10-13). Sorrenti trova lo spazio per un block-out, Pilotto trova l’ace sulla riga esterna, quindi Gavazzi e Raso forzano senza trovare le misure del campo (11-18). Sorrenti è inarrestabile al servizio, Lugli spara un bolide da seconda linea senza opposizione, quindi sale in cattedra anche Fantauzzo che con astuzia gioca sulla mani alte del muro trovando la deviazione vincente (14-24). La prima chance targata Aprea è subito concretizzata: monster block su Chillemi ed è subito 14-25.

 

SECONDO SET. Immediato doppio vantaggio Folgore con la bordata nei 3 metri di Pilotto e l’attacco out di Martinez (0-2), Raso pareggia i conti, ma Sorrenti riporta Massa avanti con due punti di pregevole fattura (2-4). Loncar trova soltanto il net, Raso fallisce dai 9 metri ma poi con un guizzo Modica passa davanti (7-6). Il servizio di Garofolo è insidioso (11-8), Lugli guida la remontada verde (11-11), poi il punteggio segue il cambio palla con Fantauzzo e Pilotto che ribattono colpo su colpo (16-16). Martinez tenta un nuovo allungo (18-16), Lugli non è d’accordo (18-18), quindi l’opposto costiero scarica un siluro in zona 6 per il 20-20. I siciliani mettono nuovamente la freccia (22-20), poi dopo un lungo conciliabolo davanti al videocheck viene chiamato out l’attacco da seconda linea di Lugli. Lo schiaffo di Alfieri è il preludio alla conquista del set (25-21) con Modica che ristabilisce la parità.

TERZO SET. Sorrenti sale in cielo e mura Martinez d’autorità, poi palleggia in 2 dove Lugli non può fallire (1-2). Sorrenti risponde subito a Raso, capitan Aprea va dietro per il siluro di un incontenibile Lugli (5-6), quindi Fantauzzo vince di prepotenza l’opposizione modicana (6-7). Lugli controbatte i colpi di Loncar, Deserio ricompensa la ricezione stratosferica di Fantauzzo su Martinez, Pilotto trova il primo tempo vincente e poi Lugli spinge di precisione senza paura (13-14). Sorrenti chiude con lucidità un lungo scambio, poi entra in tabellino anche Denza, che difende su Loncar con la palla che cade nella metà campo siciliana (15-16). Fantauzzo ringhia su Martinez, poi si ripete con una magia strettissima sulla riga esterna (17-20). Pilotto viaggia a giri altissimi: primo tempo d’autore e chiusura su Turlà per festeggiare la doppia cifra (18-22). Ancora Pilotto a memoria sull’arcobaleno di capitan Aprea, Fantauzzo, fa ace e il mani-fuori di Sorrenti porta la Folgore sul 19-25.

QUARTO SET. Modica accusa il colpo: Sorrenti spennella longline e poi fa insaccare la sfera tra muro e rete, Lugli colpisce in diagonale, Fantauzzo finalizza uno scambio concitato, poi Lugli da seconda linea piazza il 2-7. Martinez non trova il campo, subisce la murata di Fantauzzo, quindi ancora l’esplosività di Lugli per il 4-11. I padroni di casa si innervosiscono ed incassano due rossi per proteste, Fantauzzo chiude in scioltezza, poi è ancora rosso per Nastasi con Modica che vede ormai sfuggir di mano la partita (5-15). Sorrenti trova angoli impossibili, Deserio sale in cielo e poi la Folgore doppia Modica sul perentorio block-out di Fantauzzo (10-20). Lugli affonda in parallela esterna (12-22), i padroni di casa accorciano con la forza della disperazione, quindi Sorrenti fa 17 personali e chiude la contesa con il mani-fuori su Chillemi (19-25)

LEONARDO FANTAUZZO: Questa vittoria ci fa molto bene, soprattutto perché venivamo da un periodo buio in cui non c’era il giusto amalgama in campo, e di conseguenza le cose non giravano nel verso giusto. Siamo arrivati a Modica spinti dalla voglia di rivalsa, e dopo un primo set di rodaggio abbiamo ritrovato il nostro gioco portando a casa 3 punti importanti. Abbiamo rivissuto qualche fantasma dopo il secondo parziale, ma stavolta siamo stati sempre lì, combattendo punto su punto, ed il risultato ci ha dato ragione”

AVIMECC MODICA – SHEDIRPHARMA FOLGORE MASSA 1-3 (14-25, 25-21, 19-25, 19-25)

AVIMECC MODICA: Alfieri 2, Gavazzi 3, Chillemi 8, Loncar 10, Garofolo 10, Raso 7, Nastasi (L). Cambi: Martinez 16, Caleca, Turlà. N.e.: Aiello (L), Firrincieli, Tidona, Saragò. All: D’Amico.

SHEDIRPHARMA FOLGORE MASSA: Aprea 2, Lugli 23, Fantauzzo 11, Sorrenti 17, Pilotto 11, Deserio 5, Denza 1 (L). Cambi: Illuzzi, Peripolli 1. N.e.: Pontecorvo (L), Imperatore, Conoci, Grimaldi. All: Esposito.

Primo Arbitro: Sergio Pecoraro
Secondo Arbitro: Giovanni Ciaccio

Durata set: 24’, 37’, 28’, 25’.

Ace: 1-2. Battute Sbagliate: 9-11. Muri: 2-11.

Più informazioni su

Commenti

Translate »