Quantcast

Il giornalista Sigismondo Nastri sul dissesto idrogeologico e degrado ambientale in Costa d’Amalfi

Amalfi. Riportiamo l’interessante post pubblicato dal giornalista Sigismondo Nastri sulla sua pagina Facebook relativo al dissesto idrogeologico ed al degrado ambientale in Costa d’Amalfi: «Leggo con preoccupazione e con grande amarezza le notizie delle frane provocate dal maltempo in Costiera. Mi tornano alla mente le parole pronunciate da Alfonso Menna, non ancora sindaco di Salerno, dopo l’alluvione del 1954. Disse in un’intervista che la natura aveva potuto infierire sugli uomini perché “non avevano saputo difendersi con una lungimirante politica di tutela del territorio”. In parole povere, voleva sottolineare che “bisogna correre davanti alle calamità naturali, non dietro”. Privilegiare, cioè, progetti e programmi di prevenzione rispetto a quelli di bonifica e consolidamento. Anche perché – è risaputo – i dissesti tendono a ripetersi negli stessi luoghi e con le stesse modalità. I problemi emersi in tante calamità, succedutesi nel corso del tempo, riproposti puntualmente dopo ogni evento del genere, sono ancora sul tappeto. Sostanzialmente irrisolti».

Commenti

Translate »