Quantcast

Green Pass sui mezzi pubblici , controlli a campione anche sulla SITA da Amalfi a Sorrento, ma proteste nel comparto

Green Pass sui mezzi pubblici , controlli a campione anche sulla SITA da Amalfi a Sorrento, e in tutta la Costiera amalfitana,  ma proteste nel comparto , tanto è vero che è previsto uno sciopero dei mezzi pubblici e della Circumvesuviana in Penisola Sorrentina, ma non da parte della SITA che si adeguerà a controlli a campione. Sarebbe stato il caso assumere il controllore a bordo, come c’era una volta, che faceva anche da bigliettaio, pensate a cosa succede spesso con i turisti visto che i biglietti non si trovano facilmente nelle rivendite, che in inverno sono spesso chiuse, un servizio anche per i turisti oltre che per la sicurezza e la viabilità e ora anche per controllare gli assembramenti da Coronavirus Covid – 19, ma la Regione Campania da queste orecchie non vuol sentire.

App Verifica C19 aggiornata per i controlli del Super Green Pass in zona gialla e arancione, ed anche in quella bianca dal 6 dicembre al 15 gennaio: per le festività e nelle zone a rischio, infatti, la Certificazione Verde dopo un vaccino o la guarigione dal Covid è d’obbligo per sedersi al tavolo nei bar e ristoranti, andare al cinema e a teatro, partecipare a feste e veglioni, ballare in discoteca.
Intanto, le Forze dell’ordine si preparano ad effettuare ulteriori verifiche secondo le indicazioni del Viminale, visto che in tutta Italia dal 6 dicembre debutta anche l’obbligo di Green Pass semplice (rilasciato anche dopo un tampone negativo) per prendere i mezzi pubblici e salire sui treni regionali.
Il decreto istitutivo dell’obbligo di Certificazione Verde Covid-19 (quella semplice) per i mezzi pubblici (autobus, metro, tram, traghetti, vaporetti, treni locali) consente la verifica a campione, ma si stanno studiando anche dei meccanismo di controllo abbinato al biglietto. Lo ha annunciato il ministero dei Trasporti, Enrico Giovannini:
E’ allo studio il passaggio al biglietto elettronico, che contenga informazioni sul possesso del Green Pass.
Sono stati ipotizzati anche strumenti digitali per i controlli ai tornelli, ad esempio in metropolitana. Ma per il momento, è bene sottolinearlo, non sembra che nessuno di questi prodotti sia disponibile.

Controlli a campione
Sostanzialmente, i controlli sui mezzi pubblici sono affidati per adesso alle forze di polizia. Per organizzarli si è svolta questa settimana una riunione del ministro dell’Interno, Luciana Lamorgese, con i Prefetti. L’indicazione è quella di impiegare le Forze dell’ordine nel modo più efficiente possibile, in linea con quanto anticipato dal Governo. In base alle indicazioni che le Prefetture stanno diramando, i controlli vengono fatti a campione, in modo da evitare rallentamenti e disguidi per chi viaggia.

Super Green Pass per le Feste
Nei locali il controllo viene effettuato con la app Verifica C19, aggiornata per rilevare tramite QR Code il possesso del Green Pass rafforzato (rilasciato solo a vaccinati e guariti dal Covid), dal 6 dicembre in zona bianca necessario per ristoranti, cinema, teatri, discoteche, eventi e spettacoli.

N.B. Ricordiamo che, a partire dal 15 dicembre 2021, tutti i Green Pass rilasciati dopo un vaccino (quindi anche quelli già in proprio possesso, ottenuti dopo la seconda dose, vedranno ridursi in automatico la loro validità, passando da 12 mesi a 9 mesi. Pertanto, da quella data, la validità del Green Pass sarà di nove mesi per tutti quelli rilasciati dopo la seconda o terza dose. La durata indicata sul vecchio documento cartaceo non avrà più valore effettivo, chi vorrà dovrà riscaricare il Green Pass dopo il 15 dicembre, così da ottenere una versione cartacea aggiornata; chi mostra il solo QR Code, tuttavia, non ha bisogno di scaricare nulla perché il codice è sempre lo stesso (basta farsi i conti per sapere quanto dura).

Controlli con App Verifica 19
Chi effettua i controlli nei locali, dunque, deve scaricare la nuova versione della app, nella quale è stata inserita una specifica funzione per la “verifica rafforzata” (con dicitura: “Certificazione valida in Italia e in Europa”) di vaccinati e guariti. Per chi ha un Green Pass rilasciato in seguito a tampone apparirà la dicitura “Certificazione non valida”. Ma questo tipo di verifica serve soltanto laddove sia richiesta. Resta valido il Green Pass semplice (con verifica “normale”) per andare al lavoro, prendere i mezzi pubblici, entrare negli alberghi, andare in palestra.

Sanzioni per tutti i trasgressori

Per i trasgressori, che vengono trovati a bordo dei mezzi di trasporto o dei mezzi pubblici senza il Green Pass, scattano multe che vanno da 400 a 1.000 euro. Stesse sanzioni per chi entra nei locali in cui dal 6 dicembre è obbligatorio il Super Green Pass senza avere il documento. In questo caso, la multa tocca anche il gestore dell’esercizio, tenuto ad effettuare i controlli del caso: dopo tre giorni di irregolarità, è prevista anche la chiusura dell’attività per dieci giorni.

Commenti

Translate »