Quantcast

Covid. Verso nuove regole per la quarantena dei vaccinati. Ipotesi sul Super Green Pass

Più informazioni su

Regioni in pressing sul governo per nuove misure anti Covid che garantiscano il regolare svolgersi delle attività economiche, mentre il dilagare della variante Omicron rischia di bloccare il Paese con positivi e contatti in isolamento anche se asintomatici. Nel pomeriggio, dopo la riunione del Comitato tecnico-scientifico, si è tenuta la cabina di regia presieduta dal premier Mario Draghi con i capidelegazione delle forze di maggioranza, ed è poi stato convocato un Consiglio dei ministri slittato alle 19.30.

Ipotesi in campo: meno quarantene, estensione del Super Green Pass
La riunione della cabina di regia si è protratta per quasi due ore. Nel corso della discussione sono stati affrontati due temi: le quarantene e la possibilità di estendere il Green Pass rafforzato a tipologie di attività attualmente non contemplate dalla normativa (es. trasporti, fiere, impianti).

Per quanto riguarda le quarantene, sono ipotizzate tre categorie: i non vaccinati, per i quali continueranno a vigere le attuali regole (quarantena di 10 giorni); persone in possesso del Green Pass rafforzato da oltre 120 giorni, per le quali la quarantena si ridurrà a 5 giorni e alle quali, al termine di questo periodo, sarà richiesto un tampone con esito negativo; persone con dose booster o con Green Pass rafforzato da meno di 120 giorni, per le quali non sarà più prevista la quarantena ma una forma di autosorveglianza (no sintomi) e, al quinto giorno dal contatto con il caso positivo Covid-19, l’effettuazione di un tampone con esito negativo.La decorrenza delle nuove norme, per ragioni organizzative e logistiche, sarà definita in accordo con il Commissario Figliuolo.

Dal Cts “via libera” alla rimodulazione della quarantena per vaccinati
È stata una lunga riunione quella del Comitato tecnico-scientifico, chiamato dal Governo a esprimere un parere sulla rimodulazione della quarantena per chi ha le tre dosi di vaccino. A quanto apprende l’Agi, il Cts ha affrontato solo questo punto, senza allargare il discorso ad altre misure che potrebbero essere adottate a gennaio come alcuni osservatori avevano ipotizzato vista la riunione fiume. E sulla rimodulazione della quarantena sarebbe questo il parere formale sottoposto al vaglio del Governo: nessun giorno di quarantena per i vaccinati con booster che vengono a contatto con una persona poi risultata positiva e sono impiegati nei servizi essenziali. Dovranno però obbligatoriamente indossare la mascherina Ffp2 per circa una settimana. Ieri si è registrato un record di vaccinazioni, con 619 dosi somministrate, di cui 34mila nella fascia 5-11 anni. Fonte (Avvenire.it)

Più informazioni su

Commenti

Translate »