Quantcast

Covid 19 in penisola sorrentina: tre anziani ricoverati, vigile in isolamento

Più informazioni su

Aumenta il contagio e aumenta la tensione tra i cittadini della penisola sorrentina dopo una stagione estiva che ha fatto ben sperare in vista dell’inverno, in cui la curva dei contagi è tendenzialmente in aumento. Stavolta gli italiani temono di dover rivivere lo stesso capitolo di dicembre 2020, quando gran parte del Paese si è vista segregata in casa e impossibilitata a riunirsi con amici o parenti. E’ soltanto di due giorni fa la diretta Facebook del sindaco di Meta e consigliere metropolitano, Giuseppe Tito, che ha messo in guardia la propria cittadinanza del rischio a cui potrebbe essere sottoposta nel corso delle imminenti festività. Tito ha fatto leva sul contagio in crescita tra i non vaccinati, che a Meta risultano essere in gran parte ricoverati con sintomi rischiosi a differenza di chi si è immunizzato. Intanto cresce l’apprensione per alcuni anziani di Sorrento ricoverati dopo aver contratto il virus. Ma non è tutto. A Piano di Sorrento, al comando della Polizia Municipale, c’è chi teme che sia esploso il contagio – sperando che non si tramuti in un focolaio – a causa di un vigile urbano posto in isolamento fiduciario e in attesa del tampone molecolare effettuato oggi. Invitiamo i cittadini della penisola a rispettare rigidamente le norme anti contagio seppur in zona bianca, quali mascherina nei luoghi affollati e distanziamento sociale.

Più informazioni su

Commenti

Translate »