Quantcast

Cava de’ Tirreni – Positano, i messaggi di cordoglio per la tragica scomparsa di Simona Lamberti

Cava de’ Tirreni. Ieri la vita della 41enne Simona Lamberti è stata stroncata improvvisamente in un maledetto incidente sotto la galleria di Pozzano, mentre tornava a casa dopo una giornata di lavoro a Positano per riabbracciare suo marito e le sue due bimbe. Impossibile da accettare, il dolore ieri ha preso il sopravvento e la notizia rimbalzava nei social e nei vari giornali. Un tam tam fatto di morte e lacrime.
Ed oggi è il giorno del ricordo e della preghiera per Simona affinché possa riposare in pace e per i suoi affetti più cari affinché trovino la forza per affrontare questo dolore così immenso.
Sono tanti i messaggi di cordoglio sui social per una donna che era amata e benvoluta da tutti.
L’amica Giovanna di Cava de’ Tirreni scrive: «Il dolore toglie il fiato e rende difficile esprimere tutto il bene che ci siamo volute, le risate insieme e il ricordo di quegli occhi che brillavano quando mi chiamavi Gió. A te Simona ho dedicato la mia giornata odierna, sia con il pensiero che con la preghiera, e sicuramente tutte le colleghe e i nostri 1000 alunni ormai studenti di altre scuole, avranno pensato a te stamattina entrando nelle loro scuole. Che il Signore dia la forza alla tua famiglia di sopravvivere a questo immenso dolore, mentre tu ballerai, come solo tu sai fare, intorno a noi. Ti porterò sempre nel cuore».
E poi Manuela, che era stata sua allieva di danza: «”Mi raccomando” mi dicevi, “testa alta e sorridi”, “respira e non correre, ce la puoi fare”. E io andavo e facevo il mio esercizio. A volte ti deludevo e altre invece ti rendevo orgogliosa, ma sempre mi abbracciavi e condividevi con me le tue emozioni e i tuoi sentimenti. Non ne risparmiavi neanche una di emozione e solo adesso forse mi rendo conto di quanto quelle tue parole abbiano scolpito la mia personalità in tutti quegli anni per arrivare ad essere quella che sono oggi. Ma non hai fatto solo questo. Sei stata per me mamma, sorella, amica, maestra, esempio e modello. Più crescevo e più cercavo di scolpire i miei spigoli per assomigliarti e renderti fiera. Tu lo sapevi ed era tutto qui il bene immenso che ci legava.  E io lo racconterò a tutti chi sei stata per me e cosa abbiamo combinato insieme e giuro che per tutta la vita sentirò nella mia testa le tue parole: “Mi raccomando, testa alta e sorridi”».
Ed ancora il ricordo dell’amica e collega Concetta di Positano: «Mi mancherà tantissimo il tuo saluto mattutino, le nostre chiacchierate, la tua professionalità nel lavoro che facevi con tanta passione….. sei una grande solare e combattiva…… le tue meravigliose figlie continueranno la tua passione per te tvb . Ciao Simona».
Le parole commosse di Raffaella: «Bisogna dirsele le cose belle, bisogna dirsele ogni volta che si può. “Sono felice”, “Mi fai stare bene”. Raffi, questo è importante, nient’altro, mi dicevi. E noi lo abbiamo fatto. Con i nostri sguardi veri pieni di amore, i nostri abbracci sinceri, le risate colme di gioia. Eravamo così felici che la vita ci avesse riavvicinato, perché in realtà non ci eravamo mai separate. Unite dalla stessa passione, dagli stessi sogni con i nostri nuovi progetti, dagli stessi valori, dal grande rispetto che, come me, anteponevi ad ogni cosa. Tu, un concentrato di forza, generosità, energia pura, passione, entusiasmo, follia, dolcezza infinita: UN’ANIMA BELLA! Amica mia cara, non ti dirò mai addio, ti porterò con me per sempre; in ogni forte abbraccio, in ogni sorriso, in ogni sguardo dolce, in ogni risata prorompente, io ti ritroverò. BUON VIAGGIO vola alto come solo tu sai fare».
E poi il messaggio di cordoglio dell’ACSI: «La notizia è stata quella che non vorresti mai sentire e che ha lasciato sgomenta tutta la comunità dell’ACSI e in particolare quella della Ginnastica Ritmica, nella quale godeva di grande rispetto e considerazione. Simona Lamberti, allenatrice della New Armony di Cava de’Tirreni, ci ha lasciati per un incidente d’auto. Siamo ancora affranti e incapaci di metabolizzare l’accaduto e non sappiamo se esiste un modo per consolare l’amato marito e nostro amico Ivan Di Martino, come non riusciamo ad immaginare come si possa dire alle adorate figlie che la mamma non ci sarà più. Le parole echeggiano vuote nelle nostre menti e sembrano inutili. Addio Simona, non ti dimenticheremo».

Commenti

Translate »