Quantcast

Cava de’ Tirreni, le luci natalizie del Comune non bastano: via libera alle luminarie “fai-da-te”

Cava de’ Tirreni, le luci natalizie del Comune non bastano: via libera alle luminarie “fai-da-te”. Ne parla Giuseppe Ferrara in un articolo dell’edizione odierna del quotidiano La Città di Salerno.

Le luminarie dell’amministrazione comunale non bastano, i commercianti vogliono contribuire personalmente ad allestire il centro storico. Così, nei giorni in cui da Palazzo di Città si provvede alle ultime rifiniture degli addobbi in vista delle festività e gli operai montano il grande albero di Natale in piazza Vittorio Emanuele III, sulla scia di quanto avviene in altre città, alcuni commercianti hanno chiesto all’amministrazione comunale di integrare le luminarie natalizie installate dal Comune, consentendo montaggio di ulteriori addobbi lungo i vicoli del borgo, a spese e cura degli stessi negozianti, con allaccio delle fornitura a carico dell’Ente.

Una proposta che ha visto l’immediato avallo della giunta comunale che, in una delibera proposta dal sindaco Vincenzo Servalli e dall’assessore alle attività produttive Giovanni Del Vecchio , ha autorizzato tutti i commercianti che ne faranno richiesta ad installare le luminarie natalizie. Per evitare inconvenienti, però, l’amministrazione ha tenuto a precisare nella delibera che «le installazioni oggetto di autorizzazione devono essere specificatamente a tema natalizio, non dovranno contenere pubblicità e dovranno essere sottoposte alla previa approvazione dell’Ente prima dell’installazione ». Sarà poi compito dei richiedenti disporre il montaggio, la manutenzione e la rimozione delle luminarie, nel rispetto della normativa vigente in materia di sicurezza.

«Resterà a carico dei richiedenti – si legge ancora in delibera – ogni responsabilità per eventuali danni provocati a terzi. L’Ente, dal canto suo, renderà disponibile l’attacco alla pubblica illuminazione, secondo le prescrizioni che saranno poi indicate a ciascun commerciante dal settore comunale competente in materia ». Nel frattempo sempre la giunta è al lavoro per organizzare al meglio il calendario degli eventi previsti per le festività, in ottemperanza alle vigenti normative in materia di contenimento del contagio. Su proposta di Confesercenti Cava, del presidente Aldo Trezza , è stato possibile prevedere una serie di aperitivi musicali natalizi che si terranno dalle 21 alle 23,55 nell’area del Borgo Grande fino al prossimo 9 gennaio. Resta da decidere e confermare, insomma, solo se quest’anno l’amministrazione è intenzionata ad organizzare la tradizionale “Notte Bianca” del 5 gennaio. L’evento, lo scorso anno, fu rimodulato con una serie di appuntamenti in streaming , ma a quanto apre l’assessore Del Vecchio si è già detto ottimista in tal senso e molto probabilmente quest’anno la “Notte Bianca” si terrà dal vivo.

Commenti

Translate »