Quantcast

Austria, cenone di Natale in famiglia solo per vaccinati e guariti

Più informazioni su

Nuove regole anti Covid in Austria per le feste di Natale e Capodanno. La nazione, prima in Europa a dover reintrodurre il lockdown durato un mese, guarda con apprensione al Natale. L’Austria, infatti, conta ancora pochi vaccinati: solo il 67% a fronte all’88% dell’Italia. Alla di luce di questi dati poco incoraggianti, il paese sta prendendo seriamente in considerazione la possibilità di introdurre l’obbligo vaccinale. A partire da febbraio 2022, infatti, il vaccino anti Covid potrebbe diventare obbligatorio in Austria per tutti i cittadini al di sopra dei 14 anni, con l’eccezione di chi non può vaccinarsi per motivi di salute.

Le nuove misure anti contagio per le festività natalizie aprono a cenoni con parenti ed amici, ma solo per gli immunizzati. I vaccinati ed i guariti dal Coronavirus potranno vedersi in gruppi al massimo di 10 persone. Se la famiglia è più numerosa, invece, scatta l’obbligo del tampone, fino a 25 commensali. Il ministro della salute, Wolfgang Mueckstein, invita gli austriaci alla cautela, chiedendo loro di fare il tampone anche per incontri più ristretti. Sospeso il coprifuoco per Capodanno.

Regole più rigide, invece, per i no vax, che a fronte delle recenti restrizioni hanno guadagnato sempre più popolarità nel paese. Confermato il lockdown per i non vaccinati durante le festività di Natale, anche se dal 24 al 26 dicembre e il 31 dicembre potranno lasciare casa per far visita ad “una persona cara”. Fonte (Today)

Più informazioni su

Commenti

Translate »